30.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Giugno 30, 2022

Italia, il cuore oltre l’ostacolo. Gli azzurri eliminano la Spagna ai rigori

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Italia, gara di grande sofferenza contro la Spagna che offre la migliore prestazione di tutto il torneo. Gli azzurri però mantengono la lucidità contro un avversario molto duro come la Spagna di Luis Enrique che ha dominato la gara in quanto a palleggio.

Vittoria ai rigori alla fine per gli azzurri dopo una partita dai dati davvero stratosferici per gli iberici in quanto a possesso palla ma domenica a Wembley ci saranno gli azzurri contro la vincente di Inghilterra-Danimarca.

Nella Spagna sorpresa iniziale con Luis Enrique che rinuncia a Morata e schiera Dani Olmo falso nueve (migliore in campo in assoluto) con ai lati Oyarzabal e Ferran Torres.

Italia che conferma Chiesa davanti insieme a Immobile e Insigne con Emerso al posto dell’infortunato Spinazzola.

La cronaca di Italia-Spagna.

Al 4° minuto da Emerson a Barella che colpisce il palo alla sinistra di Unai Simon ma l’arbitro segnala il fuorigioco.

Al 13° Spagna vicinissima al vantaggio dopo un quarto d’ora di dominio assoluto a centrocampo. Da Pedri ad Oyarzabal che sbaglia lo stop a due passi da Donnarumma.

Al 20° per la prima volta Italia pericolosa in attacco. Contropiede di Emerson a sinistra, supera di slancio Unai Simon, passa la palla ad Immobile che tenta di liberare al tiro Barella che viene fermato dalla difesa spagnola.

Al 25° ancora Spagna pericolosissima. Olmo va due volte al tiro nel cuore dell’area di rigore italiana e ci vuole un super Donnarumma per sventare il pericolo.

Al minuto 33 perde palla Verratti al limite, ancora Dani Olmo va al tiro con palla alta sulla traversa.

Allo scadere del primo tempo la migliore occasione per l’Italia. Emerson duetta con Insigne sulla fascia sinistra e poi esplode un bel sinistro. Unai Simon devia la palla a sbattere sulla traversa.

Nel secondo tempo non cambia il canovaccio della gara. Spagna sempre dominante nel possesso palla a centrocampo e Italia incapace di sporcare le linee di passaggio iberiche.

Al 50° Olmo crossa dalla destra e Di Lorenzio salva alla disperata in angolo.

Due minuti dopo Oyarzabal serve Busquets, tiro di pochissimo fuori.

Al 53° Insigne a Barella che serve Chiesa. L’esterno della Juve va al tiro, para Unai Simon.

Al 60° l’Italia passa in vantaggio. L’azione nasce da Insigne che innesca Immobile che viene fermato al limite dell’area di rigore. La palla però termina a Chiesa che con un tiro a giro di interno destro realizza un bellissimo gol.

Al 65° inizia la reazione spagnola. Da Koke cross per Oyarzabal che sbaglia clamorosamente l’impatto di testa.

Due minuti dopo Olmo va al tiro dal limite con la sfera che termina sul fondo di pochissimo.

Al minuto 80 svolta del match. Berardi approfitta di uno svarione difensivo della Spagna e va al tiro senza effetti. Sul capovolgimento di fronte va in gol Morata dopo uno splendido triangolo con Dani Olmo.

La gara termina sul punteggio di 1-1 e si va ai supplementari.

Nel primo tempo supplementare nulla di rilevante eccetto una punizione battuta dall’onnipresente Dani Olmo dalla sinistra che impegna Donnarumma in una grande parata a terra.

Nel secondo tempo invece è Berardi tra i più attivi nel finale ad andare in gol ma l’arbitro annulla per evidente fuorigioco.

Alla lotteria dei rigori decisivi gli errori di Olmo e Morata. Per l’Italia sbaglia solo Locatelli e Jorginho realizza con la sua solita classe il rigore decisivo spiazzando nettamente Unai Simon.

L’Italia approda in finale meritatamente anche se dopo una gara di grande sofferenza contro una fortissima Spagna che sicuramente ha fatto la sua migliore gara ad Euro 2020.

Il tabellino della semifinale Italia-Spagna.

Italia (4-3-3): Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri (29′ st Toloi), Barella (40′ st Locatelli), Jorginho, Verratti (28′ st Pessina), Chiesa (2′ 2ts Bernardeschi), Immobile (16′ st Berardi), Insigne (40′ st Belotti). A disp.: Meret, Sirigu, Acerbi, Cristante, Bastoni, Florenzi. All.: Mancini

Spagna (4-3-3): Unai Simon, Azpilicueta (40′ st Marcos Llorente), Garcia (4′ 2ts Pau Torres), Laporte, Jordi Alba, Koke (25′ st Rodri), Busquets (1′ 2ts Thiago Alcantara), Pedri, Oyarzabal (25′ st Gerard Moreno), Dani Olmo, Ferran Torres (17′ st Morata). A disp.: De Gea, Sanchez, Diego Llorente, Gaya, Fabian, Traore. All.: Southgate

Arbitro: Brych (Germania)

Marcatori: 15′ st Chiesa (I), 35′ st Morata (S)

Rigori: Locatelli (I) parato, Dani Olmo (S) alto, Belotti (I) gol, Gerard Moreno (S) gol, Bonucci (I) gol, Thiago Alcantara (S) gol, Bernardeschi (I) gol, Morata (S) parato, Jorginho (I) gol

Ammoniti: Busquets (S), Toloi, Bonucci (I)

a cura di Natale Giusti.

Foto: Pagina Facebook Nazionale Italiana di Calcio.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy