28.3 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Maggio 27, 2022

Putin mette in allerta le forze nucleari;  annunciati colloqui

Da leggere

Il presidente russo Vladimir Putin nel confermare l’incontro con Zelensky ha informato anche di aver messo in allerta le sue forze di deterrenza nucleare attribuendo la mossa a “dichiarazioni aggressive” dell’Occidente contro la Russia.

KHARKIV, Ucraina – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky domenica ha affermato che l’Ucraina e la Russia condurranno i primi colloqui diplomatici dall’invasione lanciata dal Cremlino, con delegazioni di entrambi i paesi che si incontrano al confine ucraino con la Bielorussia.

L’ufficio di Zelensky, in un messaggio di Telegram, ha detto che i due paesi si incontreranno, “senza precondizioni”, vicino al fiume Pripyat, nella regione di Gomel, nel sud della Bielorussia.

L’annuncio, che è arrivato dopo che in mattinata Zelensky aveva rifiutato un’altra offerta russa di tenere colloqui sempre in Bielorussia affermando che i colloqui in un paese che sosteneva l’invasione non poteva essere un “inizio”, non ha però specificato quando l’incontro potrebbe aver luogo.

Nell’attesa, le ostilità sono rimaste intense, con combattimenti di strada nelle città ucraine dove  le forze russe si sono spinte a Kharkiv, scatenando una battaglia per il controllo della seconda città più grande dell’Ucraina. Nel pomeriggio, ora locale, la città era più tranquilla, con i suoni dei bombardamenti che svaniscono dal centro e il governatore di Kharkiv che annunciava che la città era rimasta sotto il controllo del governo.

Sempre nell’attesa, è arrivato anche l’annuncio del presidente russo Vladimir Putin che informava di aver messo in allerta le sue forze di deterrenza nucleare, attribuendo la mossa a “dichiarazioni aggressive” dell’Occidente contro la Russia.

In quattro giorni di combattimenti, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati ha dichiarato, oggi, che 368.000 persone sono fuggite dall’Ucraina.

Altro segno di come la guerra stia rapidamente ribaltando lo status quo dell’Europa, si apprende che il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato un forte aumento della spesa per la difesa, dicendo che era tempo di “investire molto di più” nella sicurezza e nella protezione della democrazia.

Questi i punti salienti del momento.

Sabato notte l’amministrazione Biden ed i suoi alleati europei, hanno promesso di bloccare l’accesso del Cremlino alle sue considerevoli riserve di valuta estera in Occidente e di isolare le banche russe dal sistema di messaggistica SWIFT , una rete che collega le banche di tutto il mondo.

Le azioni potrebbero mandare in caduta libera il mercato finanziario russo e paralizzare la capacità del Cremlino di pagare per la sua nuova guerra, che si è intensificata negli ultimi giorni.

  • Le truppe russe si sono spostate in Ucraina da nord, sud ed est . I successi russi nel sud contrastano con le difficoltà a conquistare Kiev, che sta resistendo più di quanto la Russia si aspettasse.
  • Zelensky ha anche richiesto che la Russia perda il suo seggio al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e ha affermato di aver parlato con il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, della possibilità.

COLLEGATE:

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook! – Cristina Adriana Botis / Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy