18.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Maggio 21, 2022

Notte di scontri su tutto il territorio ucraino. Zelensky non lascia la città

Da leggere

Kiev resiste all’attacco russo sferrato anche nella zona dello zoo e, dopo una notte di scontri ed esplosioni , il presidente ucraino Zelensky si è rifatto vivo per parlare al suo popolo dichiarando, tra l’altro: “Abbiamo respinto i nemici ed infranto i loro piani: volevano installare i loro burattini” e, nel contempo confutare così, ancora una volta, le notizie di una sua “fuga” da Kiev.

Putin reagisce e va avanti con la sua accusa ridicola secondo la quale l’Ucraina avrebbe respinto la via del negoziato; negoziato che, è bene puntualizzare, Putin persiste a voler intavolare con pesanti ed inaccettabili premesse e, come se non bastasse, vorrebbe aprire la sceneggiata di un presunto tavolo delle trattative in Bielorussia. Praticamente, quindi, in casa sua visto che ormai la Bielorussia è diventata meno di uno zerbino per la Russia. Inoltre, la Bielorussia, è anch’essa parte attiva per l’assalto al territorio ucraino. Insomma, una vera farsa, e magari anche una trappola per il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Sul campo, intanto, la rabbia di Putin, che aveva anche provato a giocare la carta di esortare l’esercito ucraino a prendere il potere a Kiev e a cacciare Zelensky ottenendo picche,  si traduce in un ordine d’attacco globale su tutto il territorio ucraino. Attacco che puntualmente parte nella notte puntando, a Kiev, soprattutto al ministero della Difesa.

Sempre nella giornata di ieri:

  • si è aperto anche un fronte di scontro diplomatico tra Mosca e Parigi, per via di una nave russa fermata nella Manica mentre;
  • secondo il presidente ucraino Erdogan avrebbe raccolto la sua richiesta di chiudere l’accesso al Mar Nero alle navi russe,  attraverso il Bosforo e lo stretto dei Dardanelli, come è nella sua disponibilità dato che, in base alla convenzione di Montreux del 1936, la Turchia ha la sovranità sul Bosforo e i Dardanelli. La Convenzione, infatti, prevede il libero passaggio solo per le navi commerciali mente, le navi da guerra, devono notificare il loro passaggio alle autorità turche che, per l’appunto, possono negarlo;
  • la Casa Bianca ha chiesto al Congresso 6,4 miliardi di dollari per assistere l’Ucraina.

Intanto, il governo ucraino, fornisce anche i primi dati sul costo in vite umane di questa invasione segnalando  “oltre 3500 morti tra i soldati russi” e “198 vittime ucraine, tra cui tre bambini“.

COLLEGATE:

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook! – Cristina Adriana Botis / Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy