Argentina-Messico 2-0, Mondiali calcio 2022: Pagelle e Highlights

Argentina-Messico 2-0, Mondiali calcio 2022: l’Argentina piega il Messico per 2-0 e si rilancia verso gli ottavi di finale. Enzo Fernández e Messi firmano le reti della vittoria. #Argentina #ArgentinaMessico #Messico #Mondialicalcio2022

Argentina-Messico 2-0, Mondiali calcio 2022: Pagelle e Highlights

IL COMMENTO

Un sospiro di sollievo che parte dal deserto qatariota e arriva fino al Rio della Plata.
L’Argentina piega il Messico per 2-0 nel match valevole per la seconda giornata del Gruppo C dei Campionati Mondiali di calcio di Qatar 2022 e si rilancia in vista della qualificazione agli ottavi di finale.
Allo Stadio Iconico di Lusail, infatti, l’Albiceleste ha faticato parecchio per avere la meglio sulla Tricolor, vedendo a lungo “spettri” di una possibile eliminazione.
Leo Messi, a due anni esatti dalla morte di Diego Armando Maradona, si è caricato sulle spalle squadra e Nazione e ha trovato il gol da 3 punti che ha cambiato ogni scenario.

A questo punto la classifica del raggruppamento vede al comando la Polonia con 4 punti, quindi Argentina a 3 a braccetto con l’Arabia Saudita, mentre il Messico chiude a quota 1.

Il CT Scaloni ha optato per una “Albiceleste” decisamente differente rispetto all’esordio, con maggiore copertura e 4-4-2. Martinez in porta, quindi Montiel, Otamendi, Martinez e Acuna in difesa, Mac Allister, Rodriguez, de Paul e Di Maria a centrocampo, con coppia d’attacco composta da Messi e Lautaro.

Il Messico ha risposto schierandosi con il 5-3-2 con Ochoa tra i pali, Alvarez, Araujo, Montes, Moreno e Gallardo in difesa, centrocampo composto da Herrera, Guardado e Chavez, quindi Vega e Lozano di punta.

Il match ha preso il via con i messicani a gestire ritmi (bassi) e ogni situazione, consci che un pareggio potesse andare decisamente bene in ottica passaggio del turno. Messi e compagni, invece, combinano pochissimo.
Zero idee. Zero guizzi. Zero occasioni. Il primo tempo, quindi, non può che terminare sullo 0-0.

L’Argentina non riesce a scuotersi nemmeno in avvio di ripresa e la situazione inizia a complicarsi sul serio.
Poi, a metà secondo tempo, la squadra del CT Scaloni (che toglie Lautaro per Alvarez e sposta Enzo Fernandez) inizia a spingere sull’acceleratore e chiude i rivali nella propria area di rigore.
Si arriva al minuto 64′. Di Maria dalla fascia destra accentra il pallone per Messi.
Il numero 10 controlla e lascia partire un sinistro rasoterra. Ochoa si allunga, ma la conclusione va a spegnersi all’angolino dando il via al tripudio argentino.

Dopo questa rete la squadra di Scaloni sembra svegliarsi da un incubo e inizia a giocare più sciolta.

Al minuto 87′, poi, arriva il raddoppio che chiude ogni discorso. Calcio d’angolo di Messi, la palla arriva a Enzo Fernandez che, dal secondo palo, lascia partire un preciso tiro a giro per il 2-0 che manda i titoli di coda alla sfida e, non ultimo, fa risorgere l’Albiceleste.

 FORMAZIONI Argentina-Messico

Argentina: Martínez, Montiel, Otamendi, Lisandro Martínez, Acuña, De Paul, Guido Rodríguez, Di Maria, Messi, Mac Allister, Lautaro Martínez.

Messico: G. Ochoa, Montes, Araujo, Moreno, Alvarez, Herrera, Guardado, Chavez, Gallardo, Lozano, Vega.

Highlights e sintesi. L’Albiceleste si riscatta: 2-0

Pagelle Argentina-Messico, Mondiali calcio 2022

Argentina

Emiliano Martinez, 6: gara da spettatore non pagante a parte nel finale del primo tempo quando vola per i fotografi bloccando la punizione di Vega.

Montiel, 5,5: resta coperto durante i primi 45 minuti, ammonito nel finale di tempo per un’entrata in ritardo sul neo-entrato Gutierrez, esce nella ripresa (dal 18′ st Molina, 6: entra dopo il vantaggio del quale contribuisce alla difesa dopo il suo ingresso in campo).

Otamendi, 6: gli avanti del Messico si vedono raramente dalle sue parti, ordinaria amministrazione per l’ormai veterano difensore del Benfica.

Lisandro Martinez, 6: leggasi Otamendi, segue i movimenti dettati dal compagno riuscendo ad annullare un avversario scomodo quale potrebbe essere Hirving Lozano.

Acuna, 6: sulla corsia di sinistra spinge con assiduità fin dalle prime battute, propizia l’ammonizione di Araujo al 23′.

Di Maria, 5,5: poco servito, l’esterno della Juventus fatica ad incidere, mancano i lampi che si vorrebbero vedere da un giocatore della sua classe nonostante riesca a servire a Messi il pallone dell’1-0, dopo il quale Scaloni lo toglie per difendere il vantaggio (dal 24′ st Romero, 6: inserito da Scaloni per ampliare la linea difensiva, fa il suo) .

De Paul, 5: al centro della mediana dellAlbiceleste l’ex fantasista dell’Udinese risulta piuttosto imballato, poche idee, nessuna intuizione.

Rodriguez, 6: al centro del campo garantisce solidità anche se in fase di costruzione si vede poco, esce nel corso della ripresa (dal 12′ st Fernandez, 6,5: riesce ad offrire maggiore linfa alla mediana argentina, firma il raddoppio con uno splendido destro a giro dal limite).

Mac Allister, 5,5: schierato da esterno del 4-4-2 il centrocampista del Brighton non riesce a mettersi in mostra, esce a metà ripresa (dal 24′ st Palacios, 6: entra e si mette subìto al servizio della causa con sacrificio e abnegazione).

Lautaro Martinez., 5,5: non si vede praticamente mai dalle parti di Ochoa, Scaloni lo toglie poco dopo l’ora di gioco (dal 18′ st Alvarez, 6: con il suo ingresso in campo apporta maggiore vivacità al reparto offensivo).

Messi, 6,5: viaggia a luci spente fino al 64′ quando si accende e con il suo sinistro magico dal limite trova un goal risolutore. Come già accaduto in passato gli si chiede di caricarsi l’Argentina sulle spalle e lui lo fa.

  1. Lionel Scaloni, 6:l’imperativo era vincere e la vittoria è arrivata. Lo stesso non si può dire del gioco con una Argentina aggrappatasi alle giocate dei singoli per poi arroccarsi a difesa del vantaggio.
Messico

Ochoa, 5,5: nel corso del primo tempo gli avanti dell’Argentina si vedono poco dalle sue parti, in occasione del goal di Messi sembra partire in ritardo.

Alvarez, 6: schierato da quinto di difesa sulla destra si limita a tenere la posizione, esce dopo il vantaggio argentino (dal 21′ st Jimenez, 5,5: entra per cercare di svegliare un attacco dormiente ma viene inghiottito dal turbine di mediocrità che avvolge i suoi da inizio gara).

Araujo, 6: prova ordinata al centro della linea difensiva, ammonito al 23′ in seguito ad un intervento falloso su Acuna.

Montes, 6: riesce ad arginare nel migliore dei modi un Lautaro Martinez che viene di fatto imbavagliato.

Moreno, 6: si cala in trincea nella linea Maginot del “Tata” Martino fungendo da risorsa preziosa nel gioco aereo.

Gallardo, 6: al pari dell’opposto di reparto lesina in fase di spinta pur non prendendosi particolari rischi in fase difensiva.

Herrera:, 5,5: non riesce a garantire alla mediana messicana i tempi di gioco dei quali ci sarebbe bisogno. Ammonito al 66′ per un fallo di gioco.

Guardado, 6: dopo quaranta minuti in cui garantisce solidità al centro della mediana lascia il campo per un problema fisico (dal 40′ pt Gutierrez, 5,5: fatica ad entrare nel ritmo (blando) della partita, ammonito ad inizio ripresa per un fallo su Messi).

Chavez, 5,5: schierato da mezzala di destra della linea del centrocampo si limita al compitino senza riuscire a produrre spunti degni di nota.

Lozano, 5: giocatore di maggior qualità della rosa a disposizione di Gerardo Martino non riesce praticamente mai a rendersi pericoloso (dal 28′ st Alvarado, 5,5: con il suo ingresso non riesce a movimentare una situazione in stallo, ammonito nel finale).

Vega, 6: si fa vedere nel finale del primo tempo con un calcio piazzato dai 25 metri bloccato da Martinez in parata plastica, il più propositivo dei suoi (dal 21′ st Antuna 5,5. qualche sgroppata sulla destra ma niente di più).

  1. Gerardo Martino, 5:il Messico non dà veramente mai l’impressione di poter essere pericoloso. Solo l’aritmetica tiene ancora in piedi una squadra che con molte probabilità mercoledì prossimo giocherà l’ultima partita del suo Mondiale.

CALCIO – CRONACA SPORTIVA / Qatar

Fonti: Oasport/Rai

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

ACCADDE OGGI 8 Febbraio: Santi, ricorrenze e cenni storici

ACCADDE OGGI 8 Febbraio è l’almanacco del giorno per aiutarvi a ricordare i santi del giorno, informazioni, fatti, eventi e compleanni da ricordare. #accaddeoggi #almanacco #santi #ricorrenze #8Febbraio