Real Forio, Leo: “Soddisfatto del rendimento della squadra”
Real Forio, Leo: “Soddisfatto del rendimento della squadra”

Real Forio, Flavio Leo: “Nella ripresa c’è stato un black out totale”

ECCELLENZA- I biancoverdi vogliano mettersi subito alle spalle la debacle di Casal di Principe

Ultimo aggiornamento:

In casa Real Forio si pensa subito a mettersi alle spalle l’avvio horror della ripresa di Casal di Principe contro l’Albanova cercando l’immediato riscatto già sabato prossimo al “Calise” contro il Pianura Napoli Nord. Sui canali ufficiali, la società biancoverde lancia un messaggio al gruppo ma anche a tutto l’ambiente. “Non è semplice parlare di ieri.  Quel risultato farebbe pensare ad una giornataccia. E invece siamo scesi in campo con orgoglio, con voglia di stupire, con voglia di regalarvi una altra gioia. Siamo scesi in campo con #forianità. Abbiamo giocato, creato tanto e sfiorato più volte il gol.

Cosa sia accaduto, poi, in quei quattro, maledetti, minuti non è semplice da spiegare. Resta il rammarico per aver compromesso quanto di buono fatto nel primo tempo. La partita di ieri, però, ci conferma che possiamo giocarcela con chiunque. Dobbiamo ripartire proprio da là, da quel primo tempo, da quanto di buono fatto. Il cammino verso la salvezza è lungo e tortuoso e noi vogliamo riprenderlo quanto prima.

Flavio Leo: “Abbiamo preparato davvero bene la partita di domenica scorsa. I miei ragazzi hanno espresso un ottimo calcio nel corso del primo tempo. E’ vero: dopo 15′ abbiamo subito gol, ma eravamo padroni del campo. Le partite durano 95 minuti e dobbiamo lavorare su tale aspetto. Non si deve mai diminuire l’attenzione e la concentrazione nel corso della gara. Non possiamo permetterci di “abbassare la guardia”.

Abbiamo subito quattro reti su altrettante nostre disattenzioni posso comprendere l’errore sul primo gol, perchè è stato dettato dalla foga e dalla voglia di accelerare perchè eravamo padroni del campo. Dopo il gol subito abbiamo continuare a mantenere bene il campo ed a macinare gioco. Poi nella ripresa c’è stato un black out, abbiamo spento la luce. Non è stato un problema tattico o tecnico, ma di natura mentale. Non è un caso che abbiamo subito 4 gol domenica scorsa, così come con il Sant’Antonio Abate.

Dobbiamo crescere tanto nella mentalità se vogliamo aspirare a qualcosa di importante. C’è rammarico perchè abbiamo fallito una grande occasione. Nel corso dell’intervallo ho detto ai miei ragazzi che se non avessimo portato a casa un risultato positivo ci saremmo mangiati le mani. E non tanto perchè oggi nel girone B di Eccellenza avrebbero potuto esserci due capoliste ischitane, che sarebbe stato un risultato meraviglioso per la nostra isola, ma ma soprattutto perchè abbiamo perso punti importanti per la salvezza, che è il nostro obiettivo stagionale.

Prepareremo nel modo migliore la prossima gara, con grande attenzione, come avviene ogni settimana. Proveremo in ogni modo a metterci alle spalle la sconfitta. Spero che i miei ragazzi possano far tesoro della sconfitta subita domenica e possano crescere. Credo che l’atteggiamento, con cui ci si allena, ci si approccia la gara e si affronta l’avversario, sia molto importante. Dobbiamo crescere su questo aspetto”.

 

Ascolta la WebRadio