United- Chelsea |I giovani Red Devils schiantano il Chelsea, Blues travolti per 4-0

Man United vs Chelsea
Ultimo aggiornamento:

Una doppietta di Rashford e i goal di Martial e James condannano i Blues ad una pesante sconfitta

La parola giovane ricorre frequentemente per questa partita. Al teatro dei sogni e sotto gli occhi di Sir Alex Ferguson e del ct dei Tre Leoni Southgate, i giovani dello United riducono sonoramente a brandelli il Chelsea di Lampard alla prima uscita. L’inglese, alla prima da manager dei Blues, è costretto a stravolgere la rosa considerati i molteplici infortuni:  Kantè è stato recuperato solo in extremis giocando solo la parte finale della gara, Rudiger è ancora out e Zouma ha dovuto fronteggiare la defezione dell’ex Roma. Hudson-Odoi e Loftus Cheek non sono disponibili e al loro posto vengono inseriti come titolari il 20enne Mount e la punta classe ’97, Abraham. Si è visto un Chelsea a due facce: un primo tempo discreto dove ha mostrato buoni fraseggi ma dopo i primi 45 minuti, è come se gli uomini di Lampard fossero rimasti nello spogliatoio. Lo United si prende prima delle pause durante l’incontro ma poi è fulminante con i giovanotti sgargianti.

IL MATCH

I Blues partono meglio colpendo il palo e sono propositivi con un gioco spumeggiante, ma la fortuna parteggia per i rossi. Lo United attende e utilizza più volte la soluzione dei lanci lunghi finché passa in vantaggio: rigore trasformato perfettamente da Rashford che ha una freddezza glaciale dagli undici metri. L’attaccante inglese avrà più spazio nelle gerarchie del tecnico norvegese e, assieme a Martial, dovrà tenere le redini di un attacco giovane. Zouma ha causato il penalty e sicuramente ha dimostrato di non essere un giocatore adatto ai ritmi e livelli alti che impone la Premier. I padroni di casa sono galvanizzati e gli avversari ne subiscono l’euforia. Però, a tarpare le ali del Manchester, è la traversa scheggiata da Emerson verso il termine del primo parziale. “E’ stato un grande inizio, c’è stata qualche disattenzione nel primo tempo perché eravamo nervosi e non rapidi; poi abbiamo gestito bene palla e siamo stati fluidi”, l’analisi impeccabile di Maguire, inappuntabile al suo debutto. Nel giro di 95 secondi, avviene l’uno – due micidiale che taglia le gambe al Chelsea: Martial va a segno al 65’ e Rashford sigla la doppietta agganciando con una notevole sensibilità un lancio fantastico di Pogba. C’è spazio anche per la gioia del  giovane neo-acquisto James che cala il poker.

ARSENAL VITTORIOSO

La rete del solito Aubameyang regala tre punti ad Emery che gli consentono di espugnare il St. James Park. L’Arsenal non è ancora nel pieno della forma ed ha ampi margini di miglioramento, l’allenatore spagnolo ha dato minutaggio nel finale ai nuovi ingaggi. Il Leicester non va oltre lo 0-0 contro gli Wolves al King Power Stadium.