Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

PRIMO PIANO – Logiudice: Vi svelo due colpi per la difesa della Juve Stabia

Juve Stabia: arrivano importanti colpi in difesa

Nella giornata di ieri la nostra redazione ha raggiunto il ritiro di Gubbio dove la Juve Stabia si sta preparando in vista della stagione ormai prossima all’inizio.

C’è stata occasione anche di parlare col D.S. Pasquale Logiudice, il quale ha dato importanti indicazioni sui prossimi colpi in entrata del mercato giolloblè: Federico Amenta (foto in basso a sinistra) e Santiago Morero (foto in basso a destra). Si puntano dunque calciatori in grado di dare, per esperienza e leadership, un contributo sostanzioso alle Vespe già in tempi brevi.

L’obiettivo primario è quindi rafforzare la difesa, queste le parole di Logiudice: “Posso confermare che Federico Amenta è ormai un giocatore della Juve Stabia. Abbiamo raggiunto l’accordo con il difensore che quanto prima si aggregherà ai suoi nuovi compagni. Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla sua grinta e dalla sua voglia di fare bene. Nonostante abbia un’enorme esperienza ed abbia vissuto stagioni importanti, Amenta ha tanta voglia di mettersi in gioco e di lottare per la maglia della Juve Stabia.”

Per quanto riguarda Santiago Morero il D.S. ci conferma che la trattativa è a buon punto ma non è chiusa come con Amenta. Il difensore argentino è in volo dall’Argentina verso l’Italia; non appena arriverà, la Juve Stabia chiuderà l’accordo con il calciatore.

Prossimi a vestire la maglia gialloblè quindi sono Federico Amenta, difensore classe 1979 che nelle ultime otto stagioni è stato il perno del Lanciano, e Santiago Morero, sempre difensore, classe 1982, con alle spalle esperienze al Chievo, Cesena, Grosseto ed Alessandria. Per il difensore argentino, però, non si può parlare di certezza. Salvo sorprese, il suo approdo alla Juve Stabia dovrebbe essere molto vicino. Il calciomercato però ha dinamiche particolari ed il rischio che un accordo che sembra fatto possa sfumare è sempre dietro l’angolo.

                                     

Raffaele Izzo

Si diffida da qualsiasi utilizzo e/o riproduzione del presente contenuto senza citazione della fonte