Michele Merlo; un’improvvisa tragedia nel mondo della musica

Si è spento improvvisamente all’età di 28 anni Michele Merlo a causa di una leucemia fulminante, sconvolgendo i conoscenti e tutta l’Italia

Oggi tutta l’Italia piange la scomparsa del giovane cantante Michele Merlo, morto per una leucemia fulminante che ha causato una emorragia cerebrale e lo ha strappato dai propri affetti a soli 28 anni; il ragazzo è stato ricoverato all’Ospedale Maggiore di Bologna ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per cercare di arrestare l’emorragia, ma ieri sera è giunta la notizia del decesso del giovane

Molti esponenti della musica italiana hanno espresso la loro circa la tragica scomparsa del ragazzo di origini venete, unendosi al cordoglio della famiglia e degli amici; tra essi vi è Emma Marrone, la quale ha dedicato la propria esibizione presso l’arena di Verona al compianto amico conosciuto nell’edizione di amici del 2017

Chi era Michele Merlo?

Conosciuto come Mike Bird, Michele era un appassionato di musica che dopo il diploma andò a lavorare in Inghilterra, avvicinandosi alla cultura musicale britannica ed iniziando a comporre per pura passione; questa stessa lo porterà a tentare i provini per X-factor ma senza successo

Michele però, mosso sempre dal suo amore per la musica, non si dà per vinto e nel 2017 riesce a farsi notare dalle reti Mediaset, grazie alle quali compirà una trasformazione artistica che lo portò a pubblicare nel 2020 il suo primo album “Cuori stupidi”

La dura legge della vita

Nessuno vorrebbe mai leggere o sentire di eventi tanto tristi, ma nessuno di essi dev’essere sdegnato con le solite frasi di circostanza “stiamo sotto al cielo, può succedere a chiunque”. Fatti come questo causano nelle persone tristezza, un senso di ingiustizia verso la vita e anche un po’ di paura nei confronti del domani. Questa tragedia non deve essere dimenticata col tempo, ma deve rappresentare un monito per tutti a cogliere, per quanto difficile sia, la lezione che si cela dietro tutto questo; non bisogna sprecare nemmeno un secondo della propria vita e fare di essa un meraviglioso viaggio così da rendere fieri di noi i nostri cari che ci guardano dall’alto, perché chi abbiamo amato non ci lascia mai per davvero.

Michele Merlo; una improvvisa tragedia nel mondo della musica/Antonio Cascone/redazione