Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Mara Carfagna sul PNRR; garanzia per i fondi da destinare al Sud

Primo incontro per l’avvio del PNRR per l’istruzione nel mezzogiorno, in cui Mara Carfagna promette un uso corretto dei fondi

Riunione a Palazzo Chigi per discutere sul Piano di ripresa e resilienza per il rilancio del paese

Chiarimenti sul progetto

Come ben noto a tutti, la pandemia ha messo l’intero paese in ginocchio sotto diversi punti di vista; oltre le diverse perdite umane, il Covid è riuscito anche a stroncare quelle attività che già prima della pandemia andavano avanti con grande sforzo.

I danni economici sono incalcolabili, quindi il governo ha elaborato il PNRR, sigla con cui si fa riferimento ad un vero e proprio piano di rilancio del paese per risollevare l’economia e mettere un freno alle perdite economiche del paese.

Il piano prevede l’impiego di risorse economiche da distribuire in diversi ambiti per consentire un progressivo sviluppo dei settori che più hanno risentito della pandemia, mirando ad un rilancio dell’Italia su tutti i fronti.

Incontro pilota

Nella giornata di ieri si è tenuta la prima riunione presso Palazzo Chigi per discutere del PNRR in materia di istruzione; in questo frangente, il ministro Mara Carfagna ha posto il veto sul 40% delle risorse totali, le quali verranno destinate al Sud per migliorarlo in ambito accademico.

La Carfagna ha sottolineato come in passato questi fondi sono finiti altrove, promettendo garanzia sul corretto impiego dei fondi; <<Se il Sud risulterà penalizzato ci saranno compensazioni nei prossimi bandi>> queste le parole di Mara Carfagna nella prima riunione per l’applicazione del piano di rilancio del paese, non resta che attendere e sperare che il progetto abbia successo.

Mara Carfagna sul PNRR; garanzia per i fondi da destinare al Sud/Antonio Cascone/redazione