Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Logiudice a Vivicentro: “I giovani ci hanno dato una mano: questo il futuro di Mauro e Montella”

Queste le sue parole in esclusiva

Il ds della Juve Stabia, Pasquale Logiudice è stato intervistato dalla redaizone di vicicentro.it, in esclusiva (CLICCA QUI per tutta l’intervista). Tra le tante cose, si è espresso anche sui giovani Simone Mauro e Giampaolo Montella, pilastri della Berretti. Questi alcuni passaggi:

Parlando delle strategie di mercato, tanti giovani sono arrivati in ritiro per capire se era possibile attingere dal settore giovanile, tra questi c’era Simone Mauro che ha esordito con la Juve Stabia nell’ultima gara dello scorso campionato e che ha avuto un problema fisico in ritiro, quante probabilità ci sono di rivederlo eventualmente in rosa il prossimo campionato, magari come successo con Carrotta?

L’arrivo dei giovani è servito a infoltire numericamente la rosa di calciatori in ritiro per permettere gli allenamenti e l’assimilazione degli schemi, e proseguirà anche in questo periodo precampionato a Castellammare, c’è da dire che da quando sono a Castellammare, la  Juve Stabia ha sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti del settore giovanile.

L’arrivo di Mastalli a centrocampo sembra chiudere la possibilità di un utilizzo di altri giovani, perché è indubbio che l’ex rossonero sia più pronto rispetto ai ragazzi della Berretti della Juve Stabia.

E’ vero che Mister Fontana ha chiesto 4 portieri da tenere in rosa per cui con molta probabilità oltre a Russo, Bacci e Mascolo resterà aggregato alla prima squadra anche Montella?

Su Montella sinceramente non so se ritornerà alla Berretti o se andrà in prestito in una squadra di LND. Con lui è stato fatto lo stesso discorso valido per gli altri giovani e cioè al ritiro di Gubbio ci servivano quattro portieri per fare recuperare eventualmente il portiere che ne avesse bisogno. Con quattro portieri abbiamo sempre avuto a disposizione in ogni seduta di allenamento almeno due portieri di ruolo da utilizzare.