Juve Stabia, scomparso Pasquale Pirone, grande ex anni ’70 delle Vespe

Lutto Juve Stabia

Juve Stabia, una brutta notizia ha caratterizzato l’ambiente gialloblè nelle ultime ore. Si tratta della scomparsa di Pasquale Pirone, grande esterno offensivo di sinistra della Juve Stabia dell’inizio degli anni ’70.

Pirone, esterno offensivo di sinistra delle Vespe con uno spiccato senso del gol, ha giocato due stagioni tra le fila della Juve Stabia: 1971-1972 e 1972-1973.

Nella stagione 1971-1972 ha contribuito in maniera determinante anche con i suoi gol e con il suo apporto al gioco offensivo della squadra gialloblè, alla promozione delle Vespe dalla quarta serie alla Serie C.

Era quella la Juve Stabia del presidente Giuseppe Abagnale che annoverava tra le sue fila giocatori del calibro del portiere Germano, ma anche di Malagamba, Rotili, Stucchi (capitano), Pierbattista, Viganò, Horton, Pastorello, Viappiani, e degli attaccanti Malaman, Toniutto (capocannoniere delle Vespe quell’anno con 13 gol) e dello stesso Pirone.

In quella stagione dopo una cavalcata davvero esaltante, la Juve Stabia arrivò prima in quarta serie a 49 punti battendo allo sprint la Nocerina che di punti ne totalizzò 47.

Con 21 gare vinte, 7 pareggi, 6 gare perse, 46 gol fatti e 18 subiti la Juve Stabia fu promossa in Serie C sotto la guida tecnica di Santin prima e Ravaglia successivamente.

L’anno successivo Pirone ancora grande protagonista delle Vespe. La Juve Stabia cambia allenatore passando al famosissimo Gianni Di Marzio.

In un torneo di Serie C con grandissime squadre come Avellino (che va in Serie B ma viene battuta allo Stadio S. Marco 1-0), Lecce, Salernitana, Casertana, Crotone e tante altre.

Alcuni ritocchi importanti alla squadra come lo stabiese Gennaro Olivieri (capitano), Lusuardi, Santosuosso e De Biase in attacco, portano le Vespe ad un’importante sesto posto. Con 42 punti frutto di 14 vittorie, 14 pari, 10 sconfitte, 41 gol fatti e 37 subiti.

Anche nella stagione 1972-1073, Pirone grandissimo protagonista delle Vespe.

Nativo di Pianura, è stato sempre un dominatore della corsia sinistra dei campi polverosi in cui si giocava in quegli anni. Dotato di grande fisicità e velocissimo oltre che in possesso di un’ottima tecnica di base, Pirone ha anche siglato in quegli anni diversi gol importanti per la causa gialloblè.

Alla sua famiglia vanno le condoglianze di tutta la redazione di ViViCentro.it. Nel ricordo di un grande campione della Juve Stabia che avrebbe meritato anche categorie più importanti.

a cura di Natale Giusti.