Pubblicita

Juve Stabia – Latina. Il Podio Gialloblu

Pubblicita

La Juve Stabia supera il Latina, diretta concorrente per i playoff, nello scontro diretto del Menti. Gara decisa da Umberto Eusepi.

PODIO

Medaglia d’oro: ad Andrea Dini, nuova sicurezza della porta della Juve Stabia. L’estremo difensore abbassa la saracinesca come farebbe uno scorbutico negoziante innanzi al cliente ritardatario, infrangendo i concreti progetti di rimonta di un buon Latina. Che i pericoli provengano da conclusioni dalla distanza o blitz nell’area stabiese, i riflessi di Dini non fanno una piega e consentono alla Juve Stabia di mettere in magazzino altri punti pesanti. Rispetto alla prima parte di stagione, la grande differenza sta proprio in porta: Sottili ha ora un portiere di assoluto affidamento.

Medaglia d’argento: ad Umberto Eusepi, che torna ad esultare in modo rabbioso e liberatorio. Lo aspettava e lo meritava; finalmente il 9 gialloblu è tornato al gol, tra l’altro decisivo, spezzando un digiuno che per un animale d’area come lui durava da troppo tempo. Da attaccante vero l’incornata con cui l’ariete romano trafigge il Latina, come invece da leone è il sacrificio che Eusepi mette nella sua prestazione, costantemente orientata al bene della squadra e dei compagni. Averlo ritrovato è un segnale importantissimo.

Medaglia di bronzo: ci perdonerà il sempre sfavillante Stoppa ma premiamo Ugo Dell’Orfanello. Dopo l’annuncio del suo arrivo, in molti sono andati a cercare notizie sul giovane terzino brasiliano, sconosciuto ai più. In poche settimane Dell’Orfanello ha raccolto l’eredita non leggera di Rizzo, giocando senza timore e mostrandosi capace in entrambe le fasi di gioco. Ad oggi l’altro nuovo acquisto Panico, titolare designato del ruolo, ha non poca strada da recuperare al brasiliano: bravo lui e chi lo ha scovato portandolo alla Juve Stabia.

CONTROPODIO

Medaglia d’oro: a Francesco Donati, che vive un periodo di palese appannamento. Non manca la corsa nella gara del ragazzo cresciuto nell’Empoli, protagonista però di troppi errori in fase di scelta ed appoggio. La voglia di spaccare il mondo troppo spesso si tramuta in frenesia condizionando le sue prestazioni.

Medaglia d’argento: ad Accursio Bentivegna, che si piace troppo anche quando i momenti della gara richiedono sostanza. Il 10 siciliano ha colpi di gran classe, esibiti più volte in stagione, cui però deve aggiungere maggiore semplicità. Dei tre alle spalle di Eusepi è il meno incisivo, spesso focalizzato alla giocata nello stretto piuttosto che allo scarico semplice e veloce. Aspetti in cui Sottili dovrà intervenire.

Medaglia di bronzo: a Vincenzo Della Pietra, che deve trovare maggiore concretezza sotto porta. Ha i numeri da attaccante vero, lo mostrano le sue statistiche nel settore giovanile, ma anche tra i grandi deve azzannare la porta. Una traversa ed un gol platealmente sciupato, in gare tirate come quella con Latina, rischiano di incidere sul risultato di una partita.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Figli di coppie omogenitoriali, interviene ancora l’Ue

La leader della destra italiana, Giorgia Meloni, e il suo governo hanno deciso di bloccare le registrazioni dei figli di genitori dello stesso sesso, causando così un duro scontro con l’Unione Europea che interviene e ribadisce il diritto dei figli omogenitoriali: “Stati membri obbligati a riconoscerli”
Pubblicita