live juve stabia catanzaro
live juve stabia catanzaro

Juve Stabia-Catanzaro 0-1 (8° s.t. Pierno) – Rileggi LIVE

 

49° Finisce con la vittoria del Catanzaro il big match del “Menti”. Juve Stabia punita oltre i propri demeriti da un Catanzaro che ha sfruttato l’unica occasione che ha avuto nel corso del secondo tempo dopo un primo tempo in cui le due squadre si erano equivalse. Juve Stabia che resta al quinto posto in condominio col Catania a 55 punti anche se gli etnei sopravanzano la Juve Stabia per effetto dello scontro diretto a loro favorevole. Domenica al “Menti” arriva il Foggia attualmente al sesto posto.

38° gran tiro di Fantacci dal limite e grandissima parata di Di Gennaro che salva il risultato per i calabresi.

31° gran tiro di Orlando che di sinistro a giro la mette di pochissimo fuori.

28° ammonito Scognamillo per il Catanzaro.

20° Palo di Elizalde! Cross dalla sinistra e colpo di testa del difensore uruguaiano della Juve Stabia che si stampa sull’incrocio dei pali. Occasionissima per la Juve Stabia ancora una volta.

17° ammonito Pierno per il Catanzaro per fallo su Caldore che si stava involando nella trequarti calabrese.

16° punizione di Berardocco a giro di sinistro che si spegne vicinissima all’incrocio dei pali.

14° Juve Stabia tutta protesa in avanti alla ricerca del pareggio: cross di Berardocco dalla sinistra e colpo di testa di Mulè che si spegne sul fondo.

8° GOL DEL CATANZARO: Pierno si libera molto bene al limite dell’area di rigore e di sinistro mette in fondo al sacco imparabilmente per il vantaggio dei calabresi. 

1° occasione colossale divorata da Alessandro Marotta per la Juve Stabia. Grande lancio di Vallocchia di sinistro per Orlando che passa un cioccolatino a Marotta solo da mettere in rete ma il centravanti della Juve Stabia cicca clamorosamente la sfera. a due passi da Di Gennaro

Juve Stabia-Catanzaro SECONDO TEMPO

46° Finisce il primo tempo con uno 0-0 tutto sommato giusto tra le due squadre anche se le Vespe recriminano per il fallo non ravvisato dal sig. Moriconi sul placcaggio su Marotta non ravvisato dal direttore di gara. La Juve Stabia forse avrebbe meritato un pò di più il vantaggio rispetto ai calabresi ma il campo dice per ora 0-0.

44° ammonito anche Elizalde per le Vespe.

43° ammonito Troest per la Juve Stabia per fallo su Di Massimo.

41° bel cross di Vallocchia dalla sinistra su cui irrompe Marotta che di sinistro al volo mette di poco sul fondo.

39° va al tiro Carlini dal limite ma para senza difficoltà Farroni.

33° ammonito Riccardi per un fallaccio su Orlando.

32° va al tiro Berardocco nel cuore dell’area di rigore del Catanzaro ma respinge un difensore col braccio con le mani dietro la schiena e l’arbitro sorvola ancora stavolta giustamente.

30° gran tiro di Fantacci dai 30 metri con la palla che si spegne alta sulla traversa.

23° rigore non concesso alle Vespe: cross di Garattoni dalla destra e Marotta viene placcato abbastanza nettamente da Riccardi. Il sig. Moriconi sorvola molto colpevolmente. .

20° scambio Carlini-Curiale in area di rigore della Juve Stabia con Mulè che salva mettendo in angolo.

19° ancora Juve Stabia: da Orlando per Garattoni che di sinistro e cioè non il piede suo colpisce ciabattando la sfera e mettendola sul fondo.

9° Juve Stabia subito pericolosa: scambio in velocità Marotta-Orlando con cross al centro molto pericoloso su cui libera Riccardi in angolo.

Juve Stabia-Catanzaro PRIMO TEMPO

Juve Stabia che tenta contro il Catanzaro di mister Antonio Calabro di migliorare il proprio piazzamento nella griglia degli spareggi promozione che prenderanno il via il prossimo 9 maggio. Le Vespe distano alla vigilia di questa gara 6 punti dal Catanzaro al terzo posto e hanno la possibilità, in caso di risultato positivo, di staccare il Catania in questo momento al quinto posto a 55 punti in condominio con le Vespe.

E’ una Juve Stabia dai grandissimi numeri quella che lancia il guanto di sfida ai calabresi. 8 vittorie di seguito fuori casa, sei vittorie complessive nelle ultime sei gare. Nelle ultime 10 gare di campionato la Juve Stabia sarebbe prima insieme alla Ternana con 25 punti, e dietro ci sarebbe proprio il Catanzaro di mister Calabro con 23 punti.

Due squadre quindi in grandi condizioni si affrontano al “Menti” in una gara che senza le restrizioni del Covid sicuramente avrebbe visto il pienone sugli spalti. Per l’occasione mister Padalino, che sicuramente riproporrà l’ormai consueto 3-4-2-1 che è stata l’arma tattica del girone di ritorno strepitoso delle Vespe, recupera alcuni infortunati ma perde Alberto Rizzo per squalifica. Contro il Catanzaro saranno assenti solo Iannoni (mal di schiena), Lazzari (problema muscolare), Fioravanti e Mastalli.

Dal canto suo il Catanzaro di mister Calabro dovrebbe mettersi a specchio rispetto agli avversari e, secondo le dichiarazioni rilasciate dal tecnico in conferenza stampa, non recupera nessuno dei calciatori negativizzati dal Covid ma evidentemente ancora non in condizione di giocare.

La gara sarà diretta dal sig. Davide Moriconi della sezione di Roma 2. L’assistente numero uno sarà: Orazio Luca DONATO della sezione di Milano; l’assistente numero due: Nicola TINELLO della sezione di Rovigo; quarto ufficiale: Claudio PETRELLA della sezione di Viterbo.

FORMAZIONI UFFICIALI DI JUVE STABIA-CATANZARO.

 

JUVE STABIA (3-4-2-1): Farroni; Mulè, Troest, Elizalde (Scaccabarozzi dal 33° s.t.); Garattoni (Borrelli dal 33° s.t.), Berardocco (Lia dal 33° s.t.), Vallocchia, Caldore (Cernigoi dal 44° s.t.); Fantacci (Ripa dal 44° s.t.), Orlando; Marotta

Allenatore: sig. Pasquale Padalino

CATANZARO (3-4-2-1): Di Gennaro; Martinelli, Riccardi (Porcino dal 3° s.t.), Scognamillo; Pierno, Risolo, Baldassin, Gatti; Di Massimo (Verna dal 33° s.t.), Carlini (Parlati dal 44° s.t.); Curiale (Evacuo dal 33° s.t.).

Allenatore: sig. Antonio Calabro

 

a cura di Natale Giusti

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

 

Ascolta la Web Radio