Invernini e Di Costanzo abbattono il muro abatese e primato in classifica
Invernini e Di Costanzo abbattono il muro abatese e primato in classifica
P.h. Franco Trani

Invernini e Di Costanzo abbattono il muro abatese e primato in classifica

ECCELLENZA-ISCHIA-SANT’ANTONIO ABATE 2-0: tante occasioni create dai gialloblu, soltanto nei minuti finali arrivano i due gol vittoria

Inverini e Di Costanzo regalano il primato in classifica ai gialloblu in virtù del pareggio della Puteolana contro il Mondragone

Simone Vicidomini- Stava per essere una domenica amara ed invece alla fine è stata un’altra domenica di gioia. L’Ischia è riuscita a venire a capo e conquistare i tre punti soltanto nel finale contro un Sant’Antonio Abate che si è difeso fin dall’inizio della partita, rischiando tantissime volte di andare sotto, ma un po’ la fortuna e soprattutto gli ottimi interventi del portiere Alcolino hanno tenuto a galla la formazione abatese. C’è da aggiungere che i gialloblu hanno sprecato una valanga di occasioni da gol, soprattutto nella prima frazione di gioco, mettici anche un po’ di sfortuna e un pizzico di leziosità sotto porta e soprattutto una direzione di gara a dir poco pessima da parte del signor. Fabrizio Massaro (per chi segue queste categorie lo conosce bene e ha fatto anche di peggio).

Come detto poc’anzi a pochi minuti dal termine della gara è arrivata la zampata vincente di Di Costanzo in mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo che ha fatto esplodere il “Mazzella” in una bolgia. In extremis quasi allo scadere Invernini da poco entrato ha messo il sigillo definitivo sul match. Al termine della partita, arrivano anche notizie positive da Pozzuoli con il Mondragone che è riuscito a pareggiare contro la Puteolana e quindi i i tifosi gialloblu possono festeggiare il primato in classifica.

Per l’Ischia di Iervolino è stata una vittoria sofferta ma anche strameritata, anche perché i due calci di rigore non concessi dal direttore di gara stavano per influenzare il risultato finale. Gli isolani invece stanno iniziando a crescere e maturare anche sotto questo aspetto, quello di avere pazienza per trovare il gol, come detto anche dallo stesso tecnico Iervolino alla fine dell’incontro: “Le partite si possono vincere anche al 95’”. Nel prossimo turno i gialloblu faranno visita alla Neapolis.

LE FORMAZIONI– L’Ischia deve rinunciare ancora una volta agli stantuffi Pistola e Florio oltre ai lungodegenti. Iervolino conferma il 4-2-3-1 con Mazzella a difesa della porta. Chiariello e Di Costanzo al centro della difesa, Buono e Trofa terzini. A centrocampo Sogliuzzo e Arcamone con Cibelli, D’Antonio e Castagna a supporto di De Luise come punta centrale. Sul fronte opposto gli abatesi guidati da D’Aniello sono scesi in campo con un 4-5-1 con Alcolino tra i pali, più Fortunato, Tumolillo,Scala,Vitale,Tartaglione,Santarpia,Apuzzo,Martone (l’ex di turno), Varriale e Marigliano.

LA PARTITA– Primo squillo al 1’ progressione di Castagna, l’esterno isolano dal limite tenta il tiro a giro sul palo lontano, palla di poco a lato. Al 6’ ancora l’attaccante esterno cerca di sorprendere Alcolino con un tiro-cross che però viene intercettato dal numero uno ospite. Al 8’ Buono sul versante destro apre per Castagna sulla sinistra che prova la conclusione di prima intenzione che termina alta. Tra il 21’ e il 22’ i gialloblu hanno due occasioni nitide per sbloccare il risultato. Cibelli conclude dal limite dell’area che sfiora il palo, poi successivamente recupera palla nella metà campo, entra in area e tenta un diagonale di destro cercando di beffare Alcolino ma la palla esce di un soffio. Al 24’ contatto dubbio in area di rigore su Arcamone che cerca lo spazio per il tiro ma viene letteralmente sgambettato: l’arbitro è a due passi ma non assegna il penalty.

Due giri di lancette più tardi: calcio d’angolo dalla sinistra battuto da Cibelli, colpo di testa di De Luise che chiama in causa Alcolino che respinge, sulla palla arriva Sogliuzzo a botta sicura ma ancora una volta l’estremo difensore abatese con un super intervento salva il risultato. Al 29’ D’Antonio tenta una rovesciata su un cross di Castagna, il classe 2002 non colpisce bene, sul pallone arriva Sogliuzzo che di potenza tenta la carambola in rete, palla alta sopra la traversa. Dopo poco la mezz’ora di gioco, ancora gialloblu vicino al gol con Castagna che mette a sedere due avversari, conclusione violenta con Alcolino che si distende in corner. Al 41’ prima occasione per gli ospiti. Santarpia sulla destra scambia con un suo compagno, cross sul secondo palo dove in acrobazia arriva Martone, il suo tentativo termina sul fondo.

Nella ripresa D’Aniello manda in campo Cascone al posto di Tartaglione che aveva subito una botta in uno scontro di gioco. Al 7’ calcio di punizione sulla destra battuto da Cibelli sul secondo palo, stacco di testa impetuoso di De Luise, sfera di un soffio alta sopra la traversa. Un minuto dopo Castagna lanciato in area, conclude al volo pallone che sfiora l’incrocio dei pali. Ancora Ischia vicina al gol, azione super di Castagna che entra in area, pallone basso per l’accorrente Cibelli che calcia alto, sbagliando un rigore in movimento. Al 15’ Arcamone recupera palla su un difensore abatese in uscita, entra in area tenta il tiro a giro ma il suo tentativo si spegne sul fondo. Un minuto dopo su cross di Trofa, Fortunato devia con un braccio ma ancora una volta l’arbitro lascia proseguire.

D’Aniello dalla panchina cambia il tandem d’attacco: fuori Martone e Varriale e dentro Busce e Notangelo. Iervolino richiama Cibelli al suo posto Filosa. Quest’ultimo dopo poco batte un calcio d’angolo con Sogliuzzo che devia sotto porta, Alcolino ancora una volta respinge deviando in corner ma l’arbitro non concede il tiro dalla bandierina. Proteste vibranti dei gialloblu.  Al 33’ il neo entrato Arcamone.M, lancia in area Castagna che conclude di destro ma un difensore si immola e respinge il suo tentativo.

Al 41’ l’Ischia sblocca il risultato: calcio d’angolo dalla destra di Filosa, Sogliuzzo cerca il tap-in di testa vincente ma trova l’opposizione della difesa abatese, la palla arriva a Di Costanzo che di sinistro la piazza nell’angolino. Il possente difensore gialloblu corre a festeggiare sotto la tribuna del “Mazzella” insieme ai suoi tifosi. Al 43’ Castagna ha la palla gol per chiudere il match ma il suo destro è alto. L’Ischia rimane in dieci per la doppia ammonizione a Filosa. Nei minuti di recupero Gigio Trani si divora prima il gol del 2-0 tutto solo davanti al portiere, ma poi confeziona l’assist al bacio per il neo entrato Invernini che anticipa l’uscita del portiere e mette in rete mettendo il sigillo finale alla partita.

ISCHIA  2

SANT’ANTONIO ABATE 0

ISCHIA: Mazzella,Buono,Trofa,Di Costanzo,Chiariello,Cibelli(21’st Filosa) D’Antonio(30’st Arcamone.M) Arcamone.G.G.(30’st Trani) Sogliuzzo,Castagna(48’st Di Meglio) De Luise(44’st Invernini) A disp.Di Chiara,Muscariello,Esposito,Di Sapia. All. Iervolino.

S.ANTONIO ABATE: Alcolino(49’st. Cotticelli) Fortunato(43’st Tammarro) Tumolillo,Scala,Vitale,Tartaglione(1 st. Cascone) Santarpia,Apuzzo,Martone(21’st Buscè) Varriale(21’st Notangelo)Marigliano. A disp. Alfano,Cangianiello,Lombardo, ,Di Martino. All. D’Aniello.

Arbitro: Fabrizio Massaro sez. Torre del Greco. Ass. Cecere di Caserta e Mistico di Torre del Greco

Reti: 41’ st. Di Costanzo, 48’st. Invernini

Ammoniti: Filosa, Trofa, Iervolino (dalla panchina) Fortunato.

Espulsi: 46’ st. Filosa per doppia ammonizione

Calci d’angolo: 11-1

Recupero: 1’pt.- 4’st

 

Ascolta la WebRadio