FOTO ViViCentro – Una buona Spal non basta: il Venezia vince 2 a 0

Una buona Spal non basta. Venezia vince 2 a 0
Al G.B.Fabbri di Ferrara un Venezia intrepido e voglioso porta casa i tre punti costringendo la Spal ad una partita di cuore e grinta nonostante in 10 per più di un tempo. La partita è subito vivace con cambi di fronte continui ma e la prima palla goal capita a Venezia che su punizione colpisce il palo e sulla ribattuta Seri compie un miracolo deviando in angolo. Il Venezia è più aggressivo e chiude gli spallini nella propria metà campo, ma i bianco azzurri colpiscono in contropiede senza però esser mai incisivi.
Prima del duplice fischio la Spal rimane in 10 per la doppia ammonizione di Cannistrà che interrompe un contropiede pericoloso di Simeoni. Nel Secondo tempo il Venezia sfrutta a pieno l’uomo in più e spinge a tutta birra per trovare il vantaggio facendo fare gli straordinari a  Seri, migliore in campo dei suoi, mi ci riesce solo al minuto 75’ con Cicagna dopo un’ottima azione di Zennaro sulla sinistra. La partita, anche grazie alla superiorità numerica, è un monologo dei Lagunari che la chiudono al 90 con un colpo di testa di Santinon. Alla fine della partita la squadra bianco azzurra si raduna a centrocampo con l’allenatore in mezzo per rassicurarli  perché penso che non si possa recriminare niente ai ragazzi che hanno dato tutto fino alla fine.

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI SPAL-VENEZIA

Marcatori: 75′ Cigagna (V), 90+1′ Santinon (V).

SPAL: Seri, Saltro, Barbosa, Cannistrà, Boccafoglia, Maranzino, Petrovic, Vitale, Clement (Soverini), Artioli (Cantelli), Martina (Ubaldi). A disp.: Palermo, Aguiari, Scarparo, De Angelis, Parolin, Barbosa. All.: Cottafava.

Venezia: Barlocco, Fiore, Soldati, Serena, Cigagna, Tagliapietra S., Rossi (Fasan), Strechie, Pozzebon, Zennaro, Simeoni (Mortati). A disp.: Enzo, Faggian, Spigariol, Basso, Santinon, Bellati, Tagliapietra M. All.: Daniel.

Ammoniti: Cannistrà (S), Strechie (V), Cantelli (S), Cigagna (V), Pozzebon (V).

Espulsi: Cannistrà (S) per doppia ammonizione.

dal nostro inviato, Christian Mastalli