Eusepi, il bomber tuttofare delle Vespe – Sotto La Lente

Umberto Eusepi, attaccante della Juve Stabia, è stato il colpo di mercato arrivato nelle ultime ore di mercato per le Vespe

Eusepi Juve Stabia Bari Calcio Serie C 2021-2022

Umberto Eusepi, bomber della Juve Stabia, è stato il colpo di mercato delle ultime ore di mercato delle Vespe destinato a far compiere il salto di qualità alla squadra gialloblè.  In questi giorni, a conferma del valore del calciatore e della sua importanza nel collettivo di mister Sottili, è stato premiato nel corso dell’evento “Italian Sport Awards” e inserito nella Top 11 come uno dei migliori attaccanti dello scorso campionato di Lega Pro.

LA CARRIERA DI UMBERTO EUSEPI.

Nativo di Titoli e classe 1989, Eusepi è una punta centrale di piede destro e ha iniziato la sua carriera tra le giovanili di Roma e Lazio prima di passare al Genoa nel 2006.

Nel 2008 va in prestito all’Ancona, in Serie B. Esordisce tra i professionisti il 30 agosto dello stesso anno, nella gara del torneo cadetto contro il Treviso, realizzando poi il primo gol il 29 marzo 2009 all’Empoli.

Ritornato a Genova, viene nuovamente ceduto in prestito alla Reggiana. Poi va in prestito al Viareggio, sempre in Prima Divisione, squadra con la quale mette a segno 9 gol in 13 partite.

Nell’estate del 2010 il Genoa lo cede in comproprietà al Varese in Serie B poi va in prestito al Pavia, dove in Prima Divisione sigla 7 gol in 15 match.

In seguito passa in prestito al Carpi in Serie C con cui disputa 37 gare condite da 8 reti.

A giugno 2012 il Varese lo acquista definitivamente e dopo sei mesi coi varesini, nei quali mette assieme 11 presenze nel campionato cadetto, durante il mercato invernale viene ceduto in prestito alla Pro Vercelli, nella stessa categoria.

Nel 2013 passa in prestito al Perugia in Prima Divisione con cui realizza 13 gol in 30 partite. e contribuisce in maniere determinante alla vittoria del campionato.

Nell’estate del 2014 passa a titolo definitivo al Benevento. E’ la migliore stagione di Eusepi in quanto con i sanniti in Lega Pro realizza 18 reti (capocannoniere della Lega Pro). Il Benevento quell’anno verrà eliminato ai playoff dal Como.

Nel 2015 arriva l’esperienza in cadetteria con la Salernitana dove resta però solo 6 mesi. A gennaio 2016 passa al Pisa con cui vince un altro campionato e contribuendo in maniera determinante con le sue reti alla promozione in in Serie B del Pisa.

Dopo una parentesi ad Avellino, ritorna al Pisa dove in due anni fa registrare 9 gol in 32 partite. Poi va in prestito prima a Novara (9 gol in 35 gare) e poi ad Alessandria dove in 2 anni colleziona 59 presenze e 21 reti.

Nell’estate del 2020 l’Alessandria ne riscatta il cartellino e contribuisce nel campionato 2020-2021 alla promozione in B dei grigi.

EUSEPI ALLA JUVE STABIA.

Tra le fila della Juve Stabia Eusepi si è messo in evidenza sin da subito ma purtroppo dopo una ventina di minuti della gara di esordio contro l’Avellino si è infortunato alla spalla sinistra riportando una lussazione che lo ha tenuto fermo diverse settimane. Ciò nonostante il suo segno nelle gare della Juve Stabia lo ha lasciato eccome.

Cinque le reti segnate finora con due assist sfornati a conferma del fatto che Eusepi è sì un attaccante da area di rigore ma che partecipa anche molto al gioco di squadra e si sacrifica anche in un lavoro sporco che favorisce gli inserimenti dei trequartisti in zona gol nel 4-2-3-1 voluto da mister Sottili.

Tra i trequartisti delle Vespe, chi ha beneficiato di più del lavoro fatto da Eusepi è sicuramente Matteo Stoppa, che ha chiuso la gara contro il Potenza siglando il terzo gol proprio grazie ad una  sponda fornita dal bomber tuttofare delle Vespe.

Eusepi ha le idee molto chiare sul suo contributo alla causa delle Vespe e soprattutto sugli obiettivi prossimi che la Juve Stabia dovrà conseguire e lo ha chiarito con le dichiarazioni rese ai nostri microfoni nel corso di “Italian Sport Awards”: “La mia stagione sta andando abbastanza bene nonostante il mese di stop dovuto al doppio problema alla spalla avuto con l’Avellino. La Juve Stabia sta avendo un cammino un po’ altalenante ma l’ultima gara ci ha dato entusiasmo; dobbiamo proseguire su questa strada perché siamo un gruppo che può togliersi molte soddisfazioni.

In rosa c’è un mix equilibrato di giovani e “vecchietti” quindi puntare in alto è giusto. La stagione stabiese la vedo fin qui comunque positiva; con l’arrivo di Sottili che ha sostituito Novellino, cui comunque va il mio saluto, abbiamo preso fiducia e continuità. Non so quanto sia stato giusto l’esonero del mister precedente ma sicuramente una forte responsabilità l’avevamo anche noi del gruppo squadra.

Col Potenza abbiamo dato risposte importanti dopo la disfatta di Pagani; è stato un piacere giocare una partita così e anche se non sono andato in rete sono felicissimo del risultato. Sono convinto che la Juve Stabia sia un ottimo gruppo, a cui manca qualche punto, ma che nel girone di ritorno può accorciare su chi sta avanti”.