13.5 C
Castellammare di Stabia
sabato, Aprile 10, 2021

Endometriosi: call to action per fare luce nel mese della consapevolezza

Da leggere

1d873ad79dddf8023b79ea3c58aa577a?s=120&d=mm&r=g
Mariella Mussohttps://vivicentro.it/author/mariella-musso/
Direttrice didattica, professoressa di musica, maestra di danza e istruttrice di fitness presso Scuola di Danza Butterfly Giardini-Naxos (ME). Lauree AFAM Alta Formazione Artistica e Musicale in Didattica della Musica e dello Strumento I e II livello e in Discipline Musicali II livello indirizzo tecnologico presso Conservatorio di musica "A. Corelli" di Messina. Collaboratrice Redazione Sicilia e pubblicista Quotidiano ViviCentro. Ufficiale di gara presso Federazione Italiana Danza Sportiva - Diplomata Federazione Italiana Danza Sportiva - International Dance Association - Federazione Italiana Fitness - Liceo Linguistico Ferdinand De Saussure.

“Facciamo luce sull’endometriosi” è la chiamata all’azione che vedrà coinvolta anche la città di Messina insieme ai monumenti e ai palazzi di tutte le città italiane.

L’endometriosi è una malattia cronica, spesso progressiva, dove alcune cellule della mucosa uterina si impiantano al di fuori dell’utero in altri organi quali ovaie, tube, vagina, intestino, peritoneo, vengono stimolate dagli ormoni che provocano il ciclo mestruale e ciclicamente crescono causando sanguinamenti interni, infiammazioni croniche, tessuto cicatriziale, aderenze.

Questa patologia colpisce nel mondo 178 milioni di donne in età fertile.

L’endometriosi è una malattia subdola perché, nonostante l’alto numero di donne affette, ancora oggi la diagnosi non è semplice e spesso il medico curante a cui le pazienti si rivolgono lamentando forti dolori mestruali, le indirizza con un ritardo di 6/7 anni verso lo specialista in grado di prevenire l’aggravarsi dei sintomi e la progressione della patologia.

L’informazione è l’unica arma di prevenzione per una diagnosi precoce che, in assenza di una cura, eviti conseguenze gravi come interventi chirurgici invasivi e compromissione di altri organi oltre a quello riproduttivo. Informare a sensibilizzare sull’endometriosi è possibile anche attraverso manifestazioni di interesse come queste:

Nella città dello Stretto per esempio il Rettorato dell’Università degli studi di Messina illuminerà di giallo per tutto il mese di marzo la sede centrale dell’Ateneo.

Giusy Martino, rappresentante messinese del team Italy della Worldwide Endomarch, gruppo di donne affette da endometriosi ha lanciato a riguardo per tutto marzo, mese della consapevolezza sulla malattia una call to action.

La chiamata all’azione è: “Facciamo luce sull’endometriosi” e consiste nell’illuminare di giallo i monumenti e i palazzi più importanti delle città italiane.

In Commissione Sanità al Senato Pierpaolo Sileri, del MoVimento 5 Stelle, nel 2018 ha avviato l’iter del testo di cui è primo firmatario. Un testo che mira alla formazione dei medici prevedendo per i ginecologi almeno un corso di formazione all’anno sull’endometriosi. E un fondo di 25 mln per fare passi avanti nella ricerca e nelle cure. Infine, il testo prevede anche che i periodi di assenza dal lavoro sono incrementati del 30% in caso di endometriosi e del 50% in caso di trattamento dell’infertilità determinata dall’endometriosi. IL TESTO.

Mariella Musso

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio


Ascolta con un altro player
Winamp, iTunes Windows Media Player Real Player QuickTime

Sponsor

Ultime Notizie

- Pubblicità -