Castellammare di Stabia: “Lavori in Corso” in via Fontanelle Castellammare si rigenera: al vaglio quattro progetti  Castellammare di Stabia: il Sindaco e i nuovi progetti in cantiere Castellammare di Stabia: con la delibera n° 47/2021 nuovi sostegni Castellammare di Stabia: il Sindaco vs Ente Autonomo Volturno castellammare liberazione gaetano cimmino coccarda castellammare
Castellammare di Stabia: “Lavori in Corso” in via Fontanelle Castellammare si rigenera: al vaglio quattro progetti  Castellammare di Stabia: il Sindaco e i nuovi progetti in cantiere Castellammare di Stabia: con la delibera n° 47/2021 nuovi sostegni Castellammare di Stabia: il Sindaco vs Ente Autonomo Volturno castellammare liberazione gaetano cimmino coccarda castellammare
Castellammare di Stabia: “Lavori in Corso” in via Fontanelle

Castellammare di Stabia: il Sindaco vs Ente Autonomo Volturno

Castellammare di Stabia: con un post pubblicato sui canali social ufficiali, il Sindaco racconta la “verità” sul cantiere abusivo allestito improvviso.

Castellammare di Stabia: il Sindaco vs Ente Autonomo Volturno

Castellammare di Stabia (Na): Con un post condiviso sui canali social ufficiali, il Primo Cittadino, il Sindaco Cimmino rende nota la “verità” sul caso del cantiere abusivo, sorto all’improvviso nel Parco delle Nuove Terme.
Indica come responsabile l’Ente Autonomo Volturno (Eav) che sabato aveva allestito un cantiere abusivo nel Parco delle Nuove Terme.
Punta il dito contro il circolo locale di un partito di centrosinistra per aver avallato la questione, rendendosi complice.

Di seguito un estratto della dichiarazione del Sindaco:

“Mi sono interfacciato sin da sabato mattina con l’ufficio tecnico, per comprendere cosa stesse accadendo nel Parco delle Terme. E ho ricevuto tutti gli opportuni chiarimenti. Ma andiamo per punti:

➡ 1) Se il committente ritiene di avere tutte le autorizzazioni a posto, perché il cantiere è stato allestito di sabato? Pensavano di agire di nascosto e di sfuggire ai controlli?
➡ 2) Il personale della polizia municipale, intervenuto sabato mattina nel cantiere, ha allontanato la ditta perché ha constatato l’assenza del titolo abilitativo per l’intervento in questione.

➡ 3) La definizione dell’iter procedurale relativo al raddoppio dei binari resta subordinata sarà completata soltanto all’esito dell’approvazione della variante al Put di cui alla legge n.35/87, di competenza del consiglio regionale della Campania.
➡ 4) Soltanto dopo l’approvazione della variante in Regione, il Comune di Castellammare di Stabia potrà fornire riscontro in ordine alle osservazioni della Città Metropolitana di Napoli.

➡ 5) Nella nota di Eav non sono indicate la natura e la tipologia delle lavorazioni da porre in essere, precisando che le attività di cantiere sarebbero limitate alla semplice pulizia delle aree. E viene fatto intendere che con il provvedimento consiliare del Comune sarebbero stati già validati e resi cantierabili gli interventi, anche a seguito delle verifiche effettuate dalla Città Metropolitana, circostanza che non trova alcun riscontro veritiero.”

Conclude con la frase “ Nessuno avrà mai il permesso di offendere la città e gli stabiesi”.

 

 

Stéphanie Esposito Perna / Redazione Campania

Ascolta la WebRadio