Castellammare, ecco le norme di sicurezza portuale in virtù del varo

foto free
Ecco tutti i dettagli

Castellammare, al fine di garantire la sicurezza della navigazione in ambito portuale e la pubblica incolumità di cose e persone, a partire dalle ore 6.00 di sabato 25 maggio, e fino al termine delle operazioni di varo e relativo ormeggio della nuova unità anfibia multiruolo Lhd Trieste alla banchina “allestimento”, in concessione alla società Fincantieri, è interdetto l’uso dell’intero specchio acqueo portuale, nonché di tutte le banchine e le aree demaniali marittime ricadenti nel porto di Castellammare di Stabia.

Nello specchio acqueo portuale di Castellammare di Stabia sono vietati il transito, l’ormeggio e qualunque movimento di navi, galleggianti e natanti in genere non interessati alle operazioni di varo, che siano non espressamente autorizzati dalla locale Capitaneria di Porto. I varchi di accesso al porto di Castellammare di Stabia, inoltre, saranno chiusi con conseguente divieto di accesso ai soggetti non espressamente autorizzati dal personale delle forze dell’ordine e di polizia ivi presenti.

Nel medesimo periodo temporale saranno vietati, altresì, il transito e la sosta di persone e di veicoli su tutti i praticabili e le banchine del porto di Castellammare di Stabia. Come indicato nell’ordinanza della Capitaneria di Porto, i concessionari di pontili galleggianti ubicati all’interno del porto e all’esterno, in prossimità del molo di sottoflutto, dovranno infine assicurare che i proprietari delle unità da diporto (e non) ivi ormeggiate a qualsiasi titolo liberino lo specchio acqueo interessato dalle operazioni di varo.