Carlo Ametrano Formula Uno
Carlo Ametrano Formula Uno

Lo scrittore Carlo Ametrano ricorda Ayrton Senna il 1 maggio

Ultimo aggiornamento:

Lo scrittore Carlo Ametrano ricorda Ayrton Senna il 1 maggio

 

Ametrano: “Ayrton prima di essere un campione  in pista, lo era nella vita”

 

Sempre nel ricordo di Ayrton. 1 maggio 1994, la data della scomparsa a Imola del grandissimo pilota. Abbiamo ascoltato oggi per poterlo celebrare, e soprattutto ricordare, lo scrittore stabiese Carlo Ametrano, autore del libro “Ayrton…per sempre nel cuore”.

 

Riportiamo l’estratto dell’intervista

 

Buongiorno Carlo, buon sabato! Oggi siamo qui per celebrare il grande Ayrton, che ricordo hai di quel tragico giorno?

“Il 1 maggio 1994 è una data che qualsiasi sportivo non può dimenticarsi, perché ha perso la vita un grandissimo campione come Ayrton Senna. È stata una cosa terribile e senza dubbio allucinante. Ancora oggi infatti faccio fatica a credere alla dinamica della vicenda. Ci sono ancora troppi gialli irrisolti dopo 27 anni dall’accaduto e questa cosa non mi piace”.

 

Inerente al tuo libro per celebrarlo, cosa ti piaceva di lui?

“Ayrton, prima di essere un campione  in pista, lo era nella vita. Il mio libro ha avuto davvero tanto successo e questo mi rende davvero felice. Di Ayrton se ne parlerà sempre, anche dopo 27 anni e solo questo fa capire la grande persona che era, soprattutto in campo umano.  Un esempio può essere la fondazione, nata grazie a lui, che sta salvando milioni di bambini in Brasile. Mi piacerebbe infatti svelare un aneddoto: quando fui presente a Imola per il ventennale sulla sua scomparsa, mi sorprese la presenza di quasi cinquantamila persone vicino a quel muretto… una scena da pelle d’oca che ancora oggi ricordo con grande affetto”.

 

Se ti dico Senna, qual è la prima cosa alla quale pensi?

“La prima cosa che mi viene in mente quando penso ad Ayrton è la grande forza che ti trasmette solo a guardarlo. Tante persone,  che ho avuto la fortuna di conoscere con le quali mi sento tutt’oggi, nel parlare di Senna dicono sempre che è una divinità scesa in terra”.

 

Ma nella Formula Uno di oggi c’è un nuovo Senna?

“Avendo avuto la fortuna di parlare con la famiglia Senna, in particolare con il nipote Bruno, posso dirti che mi hanno comunicato che se c’è un pilota che si avvicina un poco ad Ayrton, beh quello è Lewis Hamilton. Ovviamente partendo dal presupposto che quella di oggi è una Formula Uno totalmente diversa”

 

Carlo, noi ti ringraziamo, ricordando però che il nome di Senna grazie a te resterà sempre in alto grazie alle tue iniziative

“È una cosa che porto avanti da sempre e continuerò a farlo… finché vivrò! Portare in alto in tutta Italia, e anche in tutto il mondo, il nome di Senna è qualcosa che mi emoziona particolarmente”

Carlo AmetranoProssimo appuntamento l’Ayrton Senna day a Imola infatti, giusto?

“Sì. La data scelta è il 20 giugno. Si terrà a pranzo e anche quest’anno, nonostante la pandemia, siamo stati gli unici a ricordare Ayrton. Il Senna day si svolgerà all’agriturismo Zuffa, in cui interverrano tantissimo ospiti, giusto per citarne alcuni, gli scrittori Luca Dal Monte e Diego Alverà e non solo. Per me è un grandissimo onore”.

 

 

 

 

Se vuoi riascoltare tutta l’intervista telefonica di Carlo Ametrano, è possibile farlo semplicemente cliccando play sul lettore multimediale che segue:

https://chirb.it/wp/7yqzK6

Ascolta la WebRadio