Asola: i Carabinieri rinvengono il kit per lo scasso – tre denunciati

Asola, i Carabinieri rinvengono il kit per lo scasso - tre denunciati

Continuano senza sosta i controlli posti in atto, ad Asola, dai Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere.

Asola: i Carabinieri rinvengono il kit per lo scasso – tre denunciati

Continuano senza sosta i controlli posti in atto dai Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere tesi a contrastare e reprimere l’attività criminale predatoria su tutto il territorio dell’Alto Mantovano.

Proprio ad Asola i Carabinieri della locale Stazione, durante l’esecuzione di un servizio coordinato predisposto dalla Compagnia Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, hanno perlustrato e battuto tutte le aree sensibili del territorio, località dove in questi giorni si sono caratterizzati avvistamenti di autoveicoli sospetti.

Intorno alle ore 16.00 del 28 gennaio, durante un controllo alla località Sorbara, è stata intercettata una autovettura AUDI, di colore blu scuro, con a bordo tre soggetti.

Gli stessi, tutti originari dell’Albania e domiciliati a Verona, non avevano alcun motivo di transitare in quella località di campagna, tra l’altro in piena violazione delle normative anti COVID -19, in orario in cui solitamente la gente è a lavoro.

Dando adito a sospetto i militari, in piena sicurezza e con l’ausilio di un’altra pattuglia in circuito, hanno sottoposto a perquisizione personale i tre soggetti.

All’interno del veicolo sono stati trovati una sega per ferro e diversi cacciaviti, tutti idonei all’effrazione di porte e finestre.

I tre, identificati in B.E. 29ennne, V.E. 27enne e T.L.. 28enne, tutti con precedenti penali per reati contro il patrimonio, sono stati denuncianti alla Procura della Repubblica di Mantova per il reato di porto abusivo di grimaldelli in concorso e proposti al Questore di Mantova per l’emissione del foglio di via dal comune di Asola.

Inoltre, in relazione alla normativa vigente finalizzata al contenimento della pandemia in corso, gli stessi, già recidivi, venivano sanzionati con ammenda pari a 2.700 euro.

I Carabinieri invitano i cittadini a contattare, sempre, le Forze dell’Ordine tramite il numero 112 per fornire, anche in via riservata, ogni utile notizia che possa permettere di prevenire qualsiasi reato o di identificarne gli autori.

Redazione Lombardia / Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.