Allacci… Abusivi. (Lo Piano Santarossa)

ROMA – La Commissione Lavoro alla Camera, nella sua infinita magnanimita’, sta cercando di trovare il sistema di tagliare le pensioni di reversibilita’ collegandole a l’Isee. 

  • Pensioni di reversibilità, la polemica sui tagli: nasce un fronte del no. (Rita Querzé)
Che cosa comporterebbe questo cambiamento? Se il disegno di Legge venisse approvato, per le pensioni di riversibilita’ conterebbe il reddito familiare e non piu’ quello individuale, in parole povere bisognerebbe considerarle come Prestazioni Assistenziali e non piu’ Previdenziali cioe’ legata ai contributi versati. 
 
Questo tipo di collegamento, e’ stato gia’ fatto con il canone Rai, “fuso” con la bolletta della luce.
 
Questi “allacci abusivi”, rendono chiara la posizione di un Governo che per mantenersi ancora in vita, non sa piu’ da chi attingere denaro.
Matteo Renzi, tentera’ di far cassa sulle spalle delle vedove, questo l’allarme lanciato da Ivan Pedretti segretario della Spi Cgil, un Sindacato che conta piu’ di 3 milioni d’iscritti. 
Se fino ad adesso Pedretti era stato troppo rispettoso nei confronti di questo Governo, oggi ha deciso di alzare i toni, in alcuni frangenti, bisogna mantenere alta la testa per non essere calpestati. 
Altro Ritocco :
Matteo Salvini Segretario della Lega Nord, in merito alla vicenda, si e’ spresso in questi termini : 
“Un Governo che tenta di fare cassa sui morti fa schifo”, parole dure che rendono ancora piu’ chiara la posizione dei Leghisti. Per dovere di cronaca bisogna dire che il suo partito da sempre e’ stato vicino agli interessi dei pensionati, basti ricordare continua Salvini, che Bossi, pur essendo nel partito di maggioranza, rifiutò la riforma delle pensioni facendo cadere il Governo. 
 recitare ancora i versi del magnifico Lorenzo
Se questa piattaforma venisse approvata, migliaia di vedove correrebbero il rischio di perdere non solo la pensione, ma anche anni di contributi versati. Di conseguenza il numero di coloro che vi avranno accesso inevitabilmente si ridurrà, saranno tante le persone che non vedranno più garantito un loro sacrosanto diritto.
In Italia, bisognerebbe cantare in coro la canzone di Bacco, scritta da Lorenzo De’ Medici nel lontano 1400, nella speranza che venga ascoltata da milioni di persone :
                    Quant’e’ bella giovinezza, 
                    che si fugge tuttavia, 
                    chi vuol essere lieto, sia, 
                    di doman non v’e’ certezza. 
 
ndr: si segnala un editoriale di Scalfari del 2 marzo 2014 titolato proprio:
 
    • Quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia. EUGENIO SCALFARI*
La sua lettura potrebbe ampliare il “quadro” e far risultare tutto più chiaro.
Redazionehttps://vivicentro.it
Siamo la redazione. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Lega Pro Girone C, torneo livellato verso l’alto o il basso? – La Bastonatura

Lega Pro Girone C, torneo livellato verso l'alto o il basso? - La Bastonatura