Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - approfondimenti

Genk-Napoli, le possibili scelte di Mazzù e Ancelotti

Koulibaly sfida il suo passato

Il Napoli per dare continuità alla vittoria contro il Liverpool, il Genk per rialzare la testa dopo la catastrofica gara d’esordio contro il Salisburgo in cui è uscito sconfitto per 6 reti a 2. Gli azzurri arrivano a questo match dopo la sofferta vittoria ottenuta tra le mura amiche del San Paolo contro il Brescia di Mario Balotelli. Il club belga, invece, ha pareggiato l’ultimo match per 3-3 in casa del Saint Truiden piazzandosi al sesto posto in classifica.

GENK
Tutti a disposizione per mister Mazzù che schiera i suoi con un 4-3-3. Tra i pali ci sarà Coucke che sarà difeso da Maehle, Dewaest, Lukumì, Uronen. In cabina di regia ci sarà Hagi con Hrosovsky e Berge ai suoi lati. In avanti, gli esterni saranno Bongonda a sinistra e Ito a destra con Samatta punta centrale.

4-3-3: Coucke; Maehle, Dewaest, Lukumì, Uronen; Berge, Hagi, Hrosovsky; Ito, Samatta, Bongonda. All: Mazzù.

NAPOLI
Mister Ancelotti deve rinunciare a Maksimovic infortunato e Hysaj e Tonelli non convocati. Tra i pali ritorna Meret dopo il turnover in campionato. In difesa saranno Di Lorenzo e Ghoulam gli esterni con Manolas e Koulibaly centrali. A centrocampo torna Allan affiancato da Fabian Ruiz; a sinistra si rivede Insigne, a destra confermato Callejon. La coppia d’attacco, inedita, sarà formata da Lozano e Milik.

4-4-2: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, F. Ruiz, Insigne; Lozano, Milik. All: Ancelotti.

a cura di Michele Avitabile

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat