Sorrento-Casertana 2 a 1: l’atteso derby si tinge di rossonero

I costieri riprendono la marcia superando di misura i falchetti con le reti di D’Ottavi e Serrano. Grande festa sugli spalti dello stadio Italia.

Il Sorrento si rialza, e lo fa al momento giusto, in grande stile. Una settimana dopo la sconfitta in casa del Costa Orientale Sarda, i rossoneri si sono aggiudicati il derby d’alta classifica giocato contro la Casertana, match di cartello della tredicesima giornata del girone G, vincendo per 2 a 1.

Una sfida molto attesa, che ha richiamato allo stadio Italia il pubblico delle grandi occasioni, decisa dai gol di D’Ottavi e Serrano. A nulla è servita invece la rete del momentaneo pareggio di Ferrari, che ha illuso i molti tifosi rossoblu giunti in Costiera.

Contro la corazzata guidata da mister Panarelli il Sorrento ha giocato una sfida attendista, ponendo attenzione soprattutto alla fase difensiva, mostrando rispetto verso un avversario temibile, che ha però riconfermato l’etichetta di grande incompiuta.

SORRENTO-CASERTANA: la cronaca

1° TEMPO

Lo spettacolo di Sorrento-Casertana inizia sugli spalti. Un derby è la partita giusta per rivivere il tifo che una volta era prassi nell’impianto costiero. “Per i colori, per la città” recita la coreografia sbandierata nella curva di casa. Un entusiasmo che ha accolto i giocatori in campo, fronteggiata dal calore dei supporter casertani.

La coreografia dei tifosi del Sorrento prima del derby contro la Casertana
La coreografia dei tifosi del Sorrento prima del derby (ph: Antonino Aversa)

Il primo tempo fatica ad accendersi. Le due squadre provano a scalfirsi, ma senza farsi del male. Al 7’ prima conclusione di Herrera che raccoglie una palla respinta e calcia alto. I padroni di casa, abbastanza incerottati e orfani di Scala e Carotenuto, perdono anche Cuccurullo al 20’.

A venir fuori col passare dei minuti è la squadra ospite, che alza il proprio baricentro. Al 15’ Bollino prova a colpire in acrobazia su cross di Turchetta, palla sul fondo. Poco dopo è Vacca a chiudere male il diagonale e a mandare fuori. I falchetti si rivedono nel finale della prima frazione, ma la difesa rossonera è attenta e non si lascia superare. Provvidenziale l’intervento al 40’ di Cacace, ottimo nel chiudere l’ex Favetta in allungo prima che questi si trovi uno contro uno con Del Sorbo.

Le lunghe palle verticali non premiano gli attaccanti del Sorrento, che a sorpresa trova però il vantaggio un attimo prima dell’intervallo, al termine dei due minuti di recupero. Cacace lancia Todisco sulla destra, il terzino controlla e serve in area Petito, che svirgola il pallone e serve involontariamente l’assist a D’Ottavi, altro ex di giornata. Prima rete in rossonero per il classe 2003, bravo a capitalizzare il primo tiro nello specchio della partita. Si chiude così sull’1 a 0 il primo tempo.

2° TEMPO

In avvio di secondo tempo i costieri hanno subito l’occasione di raddoppiare al 49’. Rapida progressione di Petito sulla sinistra a superare la marcatura e tiro che viene parato coi piedi da Romano. Due minuti dopo Selvaggio colpisce al volo la sfera sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il portiere rossoblu controlla con la palla che sfila a pochi centimetri dal palo alla sua sinistra.

Sempre su calcio d’angolo arriva il primo squillo ospite al 57’, colpo di testa di Favetta che manda di poco a lato sul palo lungo. Ancora Favetta al 62’, sull’ennesimo corner, riceve palla sul secondo palo, calcia a botta sicura e chiama Del Sorbo ad intervenire. Il portiere del Sorrento risponde presente.

I padroni di casa reggono l’urto dell’offensiva avversaria, controbattendo al 67’ con la botta al volo del neo entrato Serrano da posizione defilata, Romano vola e manda in angolo. Dalla panchina dei falchetti subentra invece il giocatore che risolleva, solo momentaneamente, le sorti dei ragazzi di Panarelli. Al 77’ Ferrari sigla la rete dell’1 a 1 ribattendo a rete di testa, tutto solo in area, l’assist al bacio dalla destra di Galletta.

I falchetti sembrano maggiormente sul pezzo, capaci di poterla ribaltare. Ma è solo un fuoco di paglia. Dopo meno di dieci minuti il Sorrento la riacciuffa. Palla recuperata da Selvaggio a centrocampo e passaggio ad Herrera, il panamense pesca Petito, che controllo col petto e scarica su Serrano, il quale deve solo spingere la sfera in fondo alla rete. Esplode la gioia dei supporter sorrentini: all’86’ è 2 a 1.

Gli ospiti mostrano stanchezza e vanno k.o., gli uomini di Maiuri gestiscono e chiudono i giochi dopo cinque minuti di recupero. Con questa vittoria i rossoneri ricacciano la Casertana a -9, rendendola innocua, portandosi a +5 sulla Lupa Frascati seconda. Sorrento balla.

TABELLINO

SORRENTO-CASERTANA 2-1   45’+2 D’Ottavi (S), 77’ Ferrari (C), 86’ Serrano (S)

SORRENTO (4-3-3): Del Sorbo; Todisco G, Fusco, Cacace, Todisco F; La Monica (74’ Serrano), Herrera, Cuccurullo (20’ Selvaggio); Gaetani (67’ Serrano), Petito, D’Ottavi (83’ Bisceglia). A disposizione: Castellano, Chiricallo, Mazzarano, Mercuri, Potenza, Gargiulo. Allenatore: Maiuri

CASERTANA (4-4-2): Romano; Galletta V, Rainone (89’ Galletta U), Sabatino, Sena; Paglino (70’ Guida), Casoli, Vacca (75’ Ferrari), Turchetta (63’ Onazi); Favetta, Bollino. A disposizione: Prisco, Cugnata, Darni, Dionisi, Esposito. Allenatore: Panarelli

Arbitro: Fabrizio Arcidiacono di Acireale

Assistenti: Pietro Bennici di Agrigento e Davide Di Dio di Caltanissetta

Ammoniti: Selvaggio, La Monica, Herrera (S); Sabatino (C)

Calci d’angolo: 3-3

Recuperi: 2’ pt, 5’ st

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

ACCADDE OGGI 8 Febbraio: Santi, ricorrenze e cenni storici

ACCADDE OGGI 8 Febbraio è l’almanacco del giorno per aiutarvi a ricordare i santi del giorno, informazioni, fatti, eventi e compleanni da ricordare. #accaddeoggi #almanacco #santi #ricorrenze #8Febbraio