Angri spazzato via, il tris del Sorrento vale di nuovo la vetta

Un netto 3 a 0 ridona fiducia ai rossoneri, vittoriosi nel recupero della diciassettesima giornata. Ospiti poco attenti e molli contro una quadra grintosa.

Il Sorrento non si nasconde contro l’Angri. Il derby dello stadio Italia, recupero del match della diciassettesima giornata inizialmente previsto per lo scorso 21 dicembre, è stato un incontro a senso unico. I costieri hanno dominato la partita dal primo all’ultimo minuto, consapevoli dell’importanza della posta in palio. Il 3 a 0 finale è stato semplicemente il naturale decorso di una prestazione di carattere. I rossoneri sono così di nuovo in testa al girone G, raggiungendo la Paganese a quaranta punti.

Tante palle gol create, netto predominio territoriale, ottime giocate dei singoli. Ad aprire le danze ci ha pensato l’ex Pagano con un autogol, che ha fatto solo da antipasto alle reti di Gaetani e Petito. I grigiorossi hanno invece subito senza colpo ferire, come dimostrato dalla mancanza di conclusioni verso la porta sorrentina. Senza i propri tifosi al seguito, a causa del divieto di trasferta imposto dal Prefetto di Napoli ai residenti nella provincia salernitana, il Cavallino ha perso così la sua quarta partita consecutiva, sprofondando in zona play-out.

SORRENTO vs ANGRI: la cronaca

1° TEMPO

Vincenzo Maiuri ha totale fiducia nei suoi ragazzi. Il Sorrento ritorna in campo con la formazione reduce dal pareggio di Portici, ad eccezione di Francesco Todisco, che riprende il suo posto sulla sinistra. L’impostazione della partita è però totalmente diversa. Con l’Angri non si possono commettere errori.

Così i padroni di casa iniziano a martellare gli avversari sin dai primi minuti. I grigiorossi vanno subito in difficoltà. Già al 2’ Bellarosa rischia la papera calciando addosso a Petito, che si avventa sulla sfera ma non ha fortuna. Si apre così un primo tempo da incubo. Un minuto dopo i costieri ci riprovano: palla di Herrera verso Petito, sia Gaetani che La Monica perdono l’attimo giusto per calciare, Carotenuto trova infine la deviazione in angolo di Pagano. Al 7’ la palla persa dal difensore ospite si trasforma in un tiro da parte di Badje che sfiora il palo.

Il gambiano si rivede al 15’, quando il suo destro viene respinto da Bellarosa, che guarda poi la palla stamparsi sulla traversa dopo il tocco di Gaetani. Sul corner l’estremo difensore grigiorosso deve smanacciare per sventare l’ennesimo pericolo per la sua squadra.

Le tante occasioni create rischiano di pesare sull’umore dei calciatori rossoneri. La dea bendata decide però di sorridere al Sorrento al 31’, quando un cross di Petito dalla sinistra si trasforma in un involontario assist per Pagano, che nel tentativo di liberare l’area manda la sfera nella porta sbagliata. L’autogol dell’ex anticipa di poco il raddoppio di Gaetani, rapace nel ribattere a rete l’ennesimo pallone salvato, manco a dirlo, da Bellarosa, sul tentativo da terra di La Monica.

La squadra di Sanchez è in confusione totale, l’affondo dei costieri suona già come una sentenza. La sfida quindi si innervosisce, con la terna arbitrale che viene chiamata ad intervenire con fermezza. Senza smuoversi, il Sorrento va vicino al tris durante il recupero con la bordata di La Monica. Prima dell’intervallo è Gaetani a divorarsi la doppietta.

2° TEMPO

L’assolo rossonero non accenna a fermarsi nemmeno dopo l’intervallo. I calciatori di Maiuri si avventano sulle tante palle perse dall’Angri, arrivando sempre a concludere, come fa Badje al 48’. La cattiveria agonistica dei giocatori di Maiuri viene fuori al 51’, minuto del terzo gol, segnato stavolta da Petito: grande progressione palla al piede, sterzata a superare Manzo e diagonale per battere l’incolpevole Bellarosa.

Il 3 a 0 è la mandata di chiave finale che blinda il risultato. Ma il Sorrento non si placa, e con la tranquillità del risultato ormai in tasca, gioca sul velluto, gestendo l’ampio vantaggio per più di quaranta minuti. Da segnalare le rovesciate di Simonetti e La Monica, che in acrobazia vanno vicini al poker. Impotenti, gli avversari possono solo cercare di evitare il tracollo totale. Solo con un calcio da fermo, una punizione da lontano su cui si presenta Giordano, la squadra dell’Agro si avvicina alla porta difesa da Del Sorbo.

TABELLINO

SORRENTO vs ANGRI 3-0    

Marcatori: 31’ aut. Pagano, 36’ Gaetani, 51’ Petito

SORRENTO (4-3-3): Del Sorbo; Todisco G., Cacace (77’ Bisceglia), Fusco, Todisco F.; La Monica (80’ Maresca), Herrera, Carotenuto; Badje (75’ Gargiulo), Petito (69’ Scala), Gaetani (61’ Simonetti). A disposizione: Cervellera, Tufano, Selvaggio, D’Ottavi. Allenatore: Maiuri

ANGRI (4-3-3): Bellarosa; Riccio (66’ Giordano), Vitiello (62’ Langella), Manzo, Pagano; Varsi (54’ Cassata), Barone (56’ Acosta), Della Corte; Aracri, Umile (54’ Fiore), Visconti. A disposizione: Esposito, Delle Curti, Fabiano, Sall Allenatore: Sanchez

Arbitro: Mattia Drigo di Portogruaro

Assistenti: Umberto Galasso di Torino e Damiano Caldarola di Asti

Ammoniti: Badje (S); Vitiello, Riccio, Cassata (A)

Angoli: 8-0

Recupero: 2’ pt, 4’ st

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

ACCADDE OGGI 1 Febbraio: Santi, ricorrenze e cenni storici

ACCADDE OGGI 01 Febbraio è l’almanacco del giorno per aiutarvi a ricordare i santi del giorno, informazioni, fatti, eventi e compleanni da ricordare. #accaddeoggi #almanacco #santi #ricorrenze #01 Febbraio
[do_widget "HTML personalizzato"]