Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, intimidazioni Pizzeria Sorbillo: possibile ritorsione per la campagna anti-razzista

Napoli, intimidazioni Pizzeria Sorbillo: possibile ritorsione per la campagna anti-razzista
 La notizia della bomba intimidatoria fatta brillare questa notte davanti alla pizzeria di Gino Sorbillo ha fatto il giro d’Italia. Tanto che il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha fatto sapere che entro 48 ore sarà a Napoli per capire la situazione. La prima ipotesi resta quella di un’intimidazione da parte della criminalità organizzata o in una dimostrazione di forza: attaccando un’istituzione come Sorbillo, i clan potrebbero mandare un messaggio ai rivali. Ma in queste ore si sarebbe aperta un’altra ipotesi che porterebbe ad una ritorsione dopo l’appoggio di Sorbillo alla campagna antirazzista dopo la vicenda che ha coinvolto il calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly. A riferirlo, secondo la Gazzetta, è proprio Gino Sorbillo: “Non ho nemici conclamati: anche l’incendio che ha distrutto il mio locale 5 anni fa è arrivato all’improvviso. E non si è mai saputo il colpevole. La via è piena di telecamere, solo nei miei locali ce ne sono 16: ora la polizia sta guardando i filmati, si vede un vigliacco che piazza l’ordigno e scappa. Spero lo prendano: non escludo che sia qualcuno dell’ambiente degli stadi, perché io qualche settimana fa mi sono schierato contro il razzismo e la violenza nel calcio e tante persone hanno colto l’occasione per offendermi. Magari è un episodio collegato a quello. Mi fa male che si colpisca chi si sforza per migliorare questa città: è una bomba che peggiora Napoli, che peggiora il mondo, come se la mettessero a Piccadilly Circus a Londra. Ma non fermeranno né me né i miei colleghi: mi hanno già chiamato in tanti, dal questore al sindaco, da Cracco a Oldani. E domani si festeggia il protettore dei pizzaioli, Sant’Antonio, nonostante questa ferita”.
Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania