Quantcast

Via libera alla manovra dalla commissione bilancio, le opposizioni abbandonano i lavori. Domani il voto.
Attualità Politica

Via libera della commissione bilancio alla manovra. Domani il voto

Via libera alla manovra dalla commissione bilancio, le opposizioni abbandonano i lavori. Domani il voto. Il Sottosegretario Giorgetti a Radio24: “il premier Conte ha un ampio mandato, ma non deve tradire le promesse fatte agli elettori”.

La commissione bilancio ha concluso l’esame approvando velocemente diverse modifiche dopo che le opposizioni hanno abbandonato i lavori e ha dato il mandato ai relatori Silvana Comaroli e Raphael Raduzzi per riferire in aula su un maxiemendamento visto che il governo si è già riservato la possibilità di porre la fiducia sul testo.

Intanto prosegue il confronto tra governo e Commissione Europea per evitare la procedura di infrazione sul deficit eccessivo bocciato da Bruxelles.

Il governo sta verificando i costi delle misure: prioritario sia quota 100 per le pensioni e reddito di cittadinanza, cavalli di battaglia di lega e 5stelle.

Il ministro Tria però precisa:

per il momento ci sono delle opzioni per un accordo ma la decisione finale, oltre che tecnica e politica, ancora non c’è”.

Il Sottosegretario Giorgetti, intervenuto poco fa Radio24 a 24 mattina, precisa:

“Si può discutere tutto ma non possiamo rompere il patto fiduciario con gli elettori. L’impatto complessivo si può ridurre in modo significativo. Quando avremo le elaborazioni sulle cifre verrà definita la posizione con l’Europa che avrà convenienza ad evitare inutili scontri con l’Italia”.

Giorgetti ha anche parlato del ruolo del premier Conte nella trattativa con Bruxelles e, estrapolando, possiamo segnalare che ha detto:

Di Maio e Salvini gli hanno detto che ha mandato a negoziare con l’Europa purché non tradisca alle promesse fatte agli elettori. Comunque il mandato di Conte è ampio, e una soluzione in questo quadro alla fine si può trovare.

E ora vediamo quali sono alcune delle ultime novità introdotte nella Manovra.

La commissione bilancio ha concluso l’esame della manovra provando velocemente diverse modifiche.

Eccone alcune nel dettaglio:

  • al via l’incremento del tempo pieno nella scuola primaria. Per questo sono autorizzate 2.000 assunzioni con un aumento di spesa di circa 24 milioni nel 2019;
  • sale da 10.000 a 15.000 il tetto dell’utilizzo dei contanti per i turisti stranieri sia europei che extra europei da spendere in servizi turistici e commercio al dettaglio;
  • proroga di un anno del Tax Credit per la formazione 4.0 ma con l’introduzione di una serie di aliquote in base alle dimensioni dell’impresa e raddoppio dal 20 al 40% della deducibilità ai fini Ires è Irpef dell’ IMU pagata sui capannoni delle imprese;
  • sale poi a 5 giorni, nel 2019, il congedo obbligatorio per i papà;
  • nuova stretta anti bagarinaggio sui grandi eventi. I biglietti dovranno essere nominali per gli spettacoli a partire dai concerti nelle strutture con capienza oltre 5.000 spettatori come stadio Palazzetti;
  • infine incremento del fondo per il diritto al lavoro dei disabili di 10 milioni, per il prossimo anno, per incentivarne le assunzioni.
Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania