Quantcast

Salvini vs Di Maio
Attualità Politica

Resta alta la tensione tra Lega e 5 Stelle: domani incontro a Caserta

Domani a Caserta il governo affronterà, con la firma di un protocollo d’Intesa, l’emergenza dei roghi di spazzatura nella Terra dei Fuochi. È probabile che il Presidente del Consiglio avanzi la proposta di un presidio dei territori da parte dell’esercito.

Resta comunque alta la tensione tra Lega e 5 stelle con uno scambio acceso e tutto a distanza.

Luigi Di Maio ricorda che nel programma di governo c’è il graduale spegnimento degli inceneritori,  in Campania non servono afferma:

“c’è già uno dei più bravi genitori d’Europa in Campania adesso bisogna accelerare ancor di più sulla raccolta differenziata in quella regione che tra l’altro è la mia regione ci vive la mia famiglia e il movimento è stato votato per quasi il 60% che crediamo di sapere che in quella regione bisogna fermare il business dei rifiuti non lanciare il business degli inceneritori”.

Siamo l’unico paese in cui non si riesce a trarre ricchezza dai rifiuti, chi dice sempre no provoca i roghi tossicla realtà cambia e bisogna andare avanti Proveremo sicuramente Proveremo sicurai, la realtà cambia e bisogna andare avanti, è stata la risposta di Salvini:

“Troveremo sicuramente la soluzione positiva per la salute e per l’economia perché ovunque i rifiuti sono ricchezza. Siamo l’unico paese, in particolare la Campania è una delle poche regioni che dai rifiuti ci perde non ci guadagna” afferma Salvini.

Nel dibattito a distanza interviene anche il presidente della Camera, il pentastellato campano Roberto Fico:“sui rifiuti non si torna indietro, dice, la soluzione è l’economia circolare”.

“Basta buffonate” tuona il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, “ci stanno rompendo le scatole” dice. Questo, aggiunge, dirò lunedì all’assemblea nazionale.

Nella maggioranza vanno in scena anche tensioni sulla manovra con modifiche proposte dall’una e dall’altra parte, e molti emendamenti presentati dalle opposizioni. Corposo anche il pacchetto cosiddetto famiglia presentato dalla Lega che ha chiesto e ottenuto il rinnovo del bonus bebè proponendo anche uno contributo di 5.000 € a nucleo familiare per l’adozione di bambini stranieri.

A margine, riportiamo quanto dichiarato due giorni fa, sul cosiddetto pacchetto famiglia, dal ministro Lorenzo Fontana:

“Con il nuovo fondo e le nuove misure di incentivo alla natalità abbiamo voluto perfezionare il meccanismo precedente e rendere le misure più efficaci, considerato che i dati emersi dall’impiego del precedente bonus bebé hanno evidenziato un allarmante calo demografico di 22mila neonati dal 2015 al 2017 e una contrazione del -16% – nel periodo 2008 – 2016 – sui figli di ordine successivo al primo. Era quindi fondamentale – numeri e studi alla mano – operare una riflessione, quindi potenziare e ristrutturare la misura, che il precedente governo aveva peraltro previsto in scadenza. Ho inoltre inserito il nuovo incentivo in un più ampio ‘pacchetto’ di misure, organico e strutturato, per ampliare benefici e risposte alle famiglie” […] “Si tratta del primo passo di un percorso che nel corso dei prossimi anni mi auguro ci porterà ad avere una politica di rilancio demografico completa ed efficace, anche con un codice specifico a favore della famiglia e dell’incremento della natalità”.

Infine annotiamo anche che, ancora a firma del Carroccio, c’è anche la richiesta di revisione delle norme in favore degli azionisti coinvolti nei dissesti bancari mentre portano la firma dei 5 Stelle le novità sulla rottamazione, ovvero, un contributo del 20% fino a 6.000 € a chi rottama vecchie Auto Euro 0; nel caso di rottamazione dei veicoli Euro 1 il contributo scende ad un massimo di 4.000 € e per gli Euro 3 o Euro 2 ad un massimo di 3.000 €

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania