Quando l’ allattamento al seno materno non è possibile: cosa fare?

L’allattamento con il latte materno è l'alimento ideale nei primi 6 mesi di vita e, integrato con altri alimenti, è consigliato almeno per tutto il primo anno. Tuttavia,... #allattamento #seno #materno #mamma #bambino #alternativa #4settembre

Quando l’ allattamento al seno materno non è possibile: cosa fare?

L’ allattamento al seno materno è l’alimento ideale nei primi 6 mesi di vita e, integrato con altri alimenti, è consigliato almeno per tutto il primo anno. #allattamento #seno #materno #mamma #bambino #alternativa #4settembre

Tuttavia, possono esistere delle condizioni che ne controindicano l’apporto e motivano all’uso di sostituti del latte materno:

  • galattosemia
  • malattia delle urine a ”sciroppo d’acero”
  • fenilchetonuria (un allattamento al seno parziale è possibile, sotto stretta supervisione).

Anche alcune patologie della mamma possono controindicare l’allattamento materno.

Ad esempio, è giustificata l’astensione permanente dall’allattamento per le donne con infezione da HIV.

Inoltre è opportuno sospendere temporaneamente l’allattamento nei casi in cui la mamma sia in condizioni di salute tali da non potersi prendere cura del figlio, oppure sia affetta da un’infezione da virus dell’Herpes simplex a livello del capezzolo o debba assumere particolari farmaci.

La gran parte dei farmaci è compatibile pochi sono realmente controindicati, mentre per altri esiste una valida alternativa.

In ogni caso, consultare sempre il proprio medico.

Per avere specifiche informazioni sull’uso dei farmaci in allattamento, è possibile anche contattare telefonicamente i centri dedicati all’informazione sul farmaco.

In tutti i casi soprariportati è bene consultare il proprio pediatra di famiglia o il consultorio familiare per valutare la situazione e fare la scelta migliore sull’alimentazione del bambino.

Il sostegno ai genitori per l’allattamento

Allattamento artificiale se non è possibile l' allattamento al senoNelle comunità, oltre ai servizi sanitari dedicati al sostegno all’allattamento esistono gruppi di mamme che organizzano incontri dove poter condividere le esperienze. E’ importante, nei momenti di difficoltà, rivolgersi alle persone di fiducia che possono sostenere le mamme e i papà nel percorso della genitorialità.

Le banche del latte umano donato

Quando, in alcune particolari situazioni, il latte della mamma non è disponibile o non può essere somministrato, si può ricorrere alle Banche del Latte Umano Donato (BLUD).
Le BLUD svolgono la raccolta, il controllo, la selezione, il trattamento e la conservazione del latte umano donato, che rappresenta l’alternativa più valida al latte della mamma

Per approfondire vai alla pagina Banche del latte umano donato

Lista allegati:

Quando l’ allattamento al seno materno non è possibile: cosa fare?

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV