Avellino-Juve Stabia 0-0, le pagelle delle Vespe

Juve Stabia, derby al Partenio per le Vespe, in una gara mai banale dalla quale si ci attende sempre spettacolo e gioco. Le due squadre non deludono le attese e ne viene fuori una gara interessante ma molto tattica, e zero reti.

Di seguito le pagelle delle Vespe nel derby tra Avellino e Juve Stabia.

Barosi 6: Si disimpegna bene nel primo tempo con buone uscite e qualche brivido ma da sempre sicurezza. Nel secondo tempo parata importante su Tito.

Maggioni 6: Non si vede molto in fase propositiva un po’ frenato dall’avversario , ma è attento dietro a chiedere tutti i varchi. Nel secondo tempo il cross sull’occasione di Pandolfi.

Altobelli 6: Ancora una volta impegnato centralmente in difesa si disimpegna bene anche se in alcune circostanze è evidente qualche momento di fuori posizione.

Caldore 6,5: C’è da fare legna e far sentire il fiato sul collo agli avversari e lo fa con mestiere.

Mignanelli 6: Inizia fin da subito a fare chilometri sulla sinistra e proporre cross per i compagni, non sempre continuo ma efficace.

Scaccabarozzi 6: Anche in terra irpina si danna l’anima a centro del campo contrastando le velleità avversarie.

Berardocco 6: Come sempre elegante e preciso con il pallone tra i piedi, costruisce dal basso e smista palloni precisi ai compagni.

Ricci 5,5: Un inizio un po’ con il freno a mano tirato, uno dei pochi non nel pieno della gara. Ci mette impegno ma non in maniera continua e convinta.

Guarracino 6,5: Che bell’impatto sulla gara del furetto di fascia destra , rincorre tutto quello che si muove dalle sue parti dando un bel po’ di fastidio alla retroguardia irpina.

Santos 5: Ancora oggetto misterioso, piazzato al centro dell’attacco non riesce né nel dialogo con i compagni ne nei contrasti con l’avversario di turno.

Pandolfi 6: Fluttuante e dinamico come sempre sulla sinistra, si rende imprevedibile per gli avversari e rimane l’unico uomo pericoloso delle vespe. Nel secondo tempo di testa va vicino al vantaggio, miracolo di Pane.

Carbone ( dal 29 s.t.) 6: Si posiziona bene al centro del campo dialogando con i compagni e da il suo contributo per arriva indenni fine alla fine.

Silipo ( dal 36 s.t.) s.v.

D’Agostino ( 36 s.t.) s.v.

Maselli ( dal 47 s.t) s.v.

Mr. Colucci 6: Prepara bene la gara e istruisce a dovere i suoi giocatori che danno il massimo in campo con tanto cuore e agonismo, come da “tradizione” però i mali in avanti sono sempre gli stessi, si supereranno con il lavoro come afferma lui? Di sicuro servirà anche quello come di sicuro però servirà anche altro. Ormai tra campionato e coppa Italia sono 18 gare ed è più che chiaro che sia anche tempo di osare di più.

A cura di Giovanni Donnarumma. 

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

ACCADDE OGGI 8 Febbraio: Santi, ricorrenze e cenni storici

ACCADDE OGGI 8 Febbraio è l’almanacco del giorno per aiutarvi a ricordare i santi del giorno, informazioni, fatti, eventi e compleanni da ricordare. #accaddeoggi #almanacco #santi #ricorrenze #8Febbraio