La squadra del Sorrento festeggia dopo il gol del raddoppio sul Fasano
La squadra del Sorrento festeggia dopo il gol del raddoppio sul Fasano
I festeggiamenti del Sorrento

Sorrento, a vincere è il gruppo: battuto 2 a 1 il Fasano

Con una partita quasi perfetta il Sorrento archivia la pratica Fasano. Succede tutto nel primo tempo. Anche in dieci, i rossoneri resistono e salgono a quota sedici punti.

Quando le prestazioni sono incoraggianti, l’unica cosa che manca è il risultato. Nella sfida casalinga dell’undicesima giornata contro i biancazzurri del Fasano, il Sorrento è riuscito a coniugare entrambe le cose. Allo stadio “Italia” i rossoneri confezionano la miglior partita (finora) della stagione e superano per 2 a 1 i pugliesi.

Contro un arduo avversario, il team guidato da mister Cioffi ha letto egregiamente la gara, passando immediatamente in vantaggio grazie a La Monica e trovando il raddoppio nel momento di maggiore difficoltà, in seguito all’espulsione di Gargiulo, con Iadaresta. Battista accorcia le distanze da calcio di punizione, ma non è bastato a recuperare il risultato di fronte al muro costiero. Vittoria meritata per il Sorrento che supera in classifica proprio il Faso.

SORRENTO vs FASANO: la cronaca

Mezavilla e Bernardini al lancio della monetina iniziale (Sorrento-Fasano)
fonte: pagina Facebook Sorrento Calcio 1945, ph: Lorenza Ambrosio
1° TEMPO

Nuovo esordio dal primo minuto per un calciatore rossonero: si tratta del centrocampista Sannino. Indisponibili Cacace e Acampora, nelle retrovie torna Manco. Gargiulo viene invece schierato a sorpresa da Cioffi come ala. Cassata parte in posizione avanzata insieme a bomber Iadaresta.

Nemmeno il tempo di studiarsi che il Sorrento passa immediatamente in vantaggio. Al 3’ la splendida azione tutta in verticale sull’asse IadarestaCassataGargiulo propizia l’assist col contagiri per La Monica, bravo a colpire al volo e a battere Suma.

Il centrocampista è in fiducia, per poco non serve il pallone del raddoppio a Iadaresta, e al 10’ prova la conclusione dalla distanza respinta in angolo dal portiere biancoazzurro. Il Fasano tenta la reazione a partire dal quarto d’ora, spostando la gara sul piano fisico, i padroni di casa mantengono bene il campo, ma schiacciati nella propria metà campo danno spazio al controllo palla dei pugliesi. Tuttavia gli ospiti non riescono ad impensierire Volzone.

Al 38’ Gargiulo ha spazio per calciare da posizione defilata, il tiro centrale è neutralizzato con qualche difficoltà da Suma. Dopo soli tre minuti lo stesso Gargiulo viene però espulso per proteste verso l’arbitro Carsenzuola, autore di una direzione di gara non impeccabile. Il Sorrento resta in dieci, e Cioffi manda in campo Romano a sostituirlo sulla fascia.

I rossoneri in inferiorità numerica rischiano di subire la rappresaglia del Fasano. Ma nel momento di maggiore difficoltà si illumina Cassata. Palla recuperata nella propria metà campo, corsa a perdifiato a superare il capitano biancoazzurro Bernardini e cross a cercare Iadaresta, infallibile di testa. Al 43′ é 2 a 0 Sorrento.

La squadra di casa non riesce però a preservare il doppio vantaggio. Nel primo dei quattro minuti di recupero assegnati Battista accorcia il divario siglando la rete del 2 a 1 con una chirurgica punizione di mancino

L'esultanza di la Monica (Sorrento) dopo il gol segnato al Fasano
fonte: pagina Facebook Sorrento Calcio 1945, ph: Lorenza Ambrosio
2° TEMPO

Sorrento in emergenza con Mansi e Manco ammoniti e l’uomo in meno. Il Fasano prova a svoltare la gara con gli ingressi di Mucedero e Calemme, crescendo in aggressività. Al 55’ Bernardini conclude alto da fuori area. Poco dopo i rossoneri controbattono con Rizzo e sfiorano il gol, il suo destro sfila vicino al palo. Taddeo è provvidenziale nell’anticipare Mansi, solo davanti allo specchio, sul tiro al volo di Mezavilla.

Dal 68’ il Sorrento deve fare a meno anche di Cassata, che esce dal campo in barella: entra al suo posto Procida. Nonostante la garra fasanese i costieri non si tirano indietro, l’inferiorità numerica è appena percettibile. Ottimo il lavoro della difesa. In contropiede gli uomini di Cioffi tentano di trovare la terza rete, al 70’ Rizzo è lanciato solo, indulge troppo nel tiro, la palla viene persa da Procida.  

Se non si segna bisogna resistere. L’intervento strepitoso di Volzone sul tiro improvviso all’incrocio di Taddeo salva i suoi. Sul conseguente corner l’incornata di Gorzelewsky termina di poco a lato. Al 81’ l’espulsione per doppia ammonizione di Del Col ristabilisce la parità numerica e tarpa le ali ai pugliesi.

Nel finale torna a rivestire la maglia sorrentina Camara, di rientro dopo l’esperienza di inizio stagione al Molfetta. La gara è agli sgoccioli e per gli ospiti c’è poco da fare, Volzone neutralizza la conclusione di Battista ed è attento sull’ultimo tentativo di testa di Pardo. Il Sorrento può così festeggiare la meritatissima vittoria.

 

TABELLINO

SORRENTO-FASANO 2-1 (La Monica (S) 3’, Iadaresta (S) 43’, Battista (F) 54’+1)

SORRENTO (3-5-2): Volzone; Manco, Mezavilla, Mansi; Rizzo, Sannino (41’ p.t. Romano), Virgilio, La Monica, Gargiulo; Cassata (dal 23’ s.t. Procida), Iadaresta (dal 41’ s.t. Camara S.). A disposizione: Del Sorbo, Ferraro, Esposito, Molinini, Caracciolo, Diop). All: Cioffi

FASANO (4-3-3): Suma; Assoulani (46’ Mucedero), Camara P., Gorzelewsky, Taddeo (80’ Losavio); Richella (46’ Calemme), Bernardini, De Col; Battista, Pardo, Sosa (64’ Calabria). A disposizione: Ceka, Magaletti, Callegari, Calabria, D’Addabbo, Corvino. All: Mosca

Arbitro: Carsenzuola di Legnano (Leonardi-Brizzi)

Ammoniti: Cassata, Mansi, Manco (S), Del Col, Taddeo, Assoulani, Sosa (F)

Espulsi: Gargiulo (S) per proteste al 41’, Del Col (F) per doppia ammonizione al 82’

Note: giornata autunnale, temperatura gradevole. Spettatori 450 circa.

Recuperi: 4’ p.t. e 5’ s.t.

Ascolta la WebRadio