Sequestrati dalla GdF di Caltanissetta e Gela

Sequestrati complessivamente oltre 8000 articoli irregolari

Sequestrati dalla GdF di Caltanissetta e Gela tra cui dispositivi di protezione, accessori per abbigliamento, giocattoli ed apparecchi elettrici

I Finanzieri del Comando Provinciale di Caltanissetta hanno eseguito nelle ultime settimane, numerosi controlli in materia di illecita importazione e commercializzazione di merce recante marchi contraffatti. Le attività ispettive sono state svolte su tutto il territorio della provincia, specie nel fine settimana e nelle ore notturne, con l’impiego di numerose pattuglie.

L’attività svolta dalle fiamme gialle si inquadra anche nell’ambito delle iniziative assunte nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, afferenti alle molteplici manifestazioni ed agli importanti eventi in programma, in questo periodo in tutta la provincia.

Nello specifico, le fiamme gialle dei Gruppi di Caltanissetta e Gela, nell’ambito dei predetti servizi, hanno proceduto al sequestro di oltre 8000 articoli.

In particolare, sono stati posti sotto sequestro oltre 5000 dispositivi di protezione individuale, accessori per abbigliamento, giocattoli ed apparecchi elettrici di illuminazione immessi nel mercato in violazione delle normative inerenti la “frode nell’esercizio del commercio”, “sicurezza dei prodotti” nonché quelli della marcatura “CE”.

Il marchio CE, acronimo di “Marchio di Conformità Europea”, è rappresentato da un simbolo grafico specifico che garantisce al consumatore la conformità del prodotto a tutte le disposizioni della Comunità Europea che prevedono il suo utilizzo dalla progettazione, alla fabbricazione, all’immissione sul mercato, alla messa in servizio del prodotto fino allo smaltimento.

NOTA

L’operazione si inserisce nell’importante mission del Corpo, diretta alla tutela del mercato dei beni e servizi che da sempre impegna la Guardia di Finanza, in chiave preventiva e repressiva, a presidio della buona fede e tutela della salute dei consumatori, dell’economia legale e del sano funzionamento del tessuto produttivo, anche avuto riguardo all’attuale delicato momento di rilancio dell’economia della Provincia e del Paese.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)