Juve Stabia Pescara Calcio Serie BKT (32)
Juve Stabia Pescara Calcio Serie BKT (32)

Sotto La Lente – Russo, un lieto ritorno dopo l’infortunio

Sotto La Lente – Russo, un lieto ritorno dopo l’infortunio. Torna ad essere convocato domenica scorsa con la Paganese dopo un grave infortunio muscolare

Sotto La Lente – Russo, un lieto ritorno dopo l’infortunio

 

Danilo Russo, portiere nato a Castellammare di Stabia l’8 luglio 1987, al secondo anno della sua seconda esperienza alla Juve Stabia dopo la parentesi della stagione 2016-2017 quando alla guida delle Vespe c’era l’ex Gaetano Fontana, ha realizzato nel corso dello scorso campionato quello che si può definire il sogno di ogni calciatore: conseguire la laurea in Scienze Motorie con indirizzo calcio. Così la Juve Stabia salutava lo scorso anno il grande traguardo raggiunto dal “pipelet” stabiese: “Nel terreno dei luoghi comuni spesso si può inciampare nella convinzione che calcio e studio non possano andare d’accordo. Il tempo consumato per rincorrere un pallone forse non lascia abbastanza spazio ai libri. Ma non sempre è così e un calciatore, oltre a vincerlo, un titolo lo può anche conseguire. Magari all’università, diventando… Dottore! La Juve Stabia può vantare un Dottore in rosa, è Danilo Russo che si è laureato all’università telematica San Raffaele di Roma. Scienze Motorie, indirizzo neanche a dirlo Calcio, un percorso dal carattere personale, viste le esperienze del portierone stabiese“.

Danilo Russo cresce nel vivaio del Genoa con cui vince il torneo di Viareggio del 2007. In seguito viene mandato a farsi le ossa in C2 e in C1. Passa quindi al Vicenza dove gioca spesso da titolare. Il 7 luglio 2011 si trasferisce allo Spezia in Lega Pro. Al suo primo anno a La Spezia, Russo ottiene la promozione diretta in Serie B. Nell’estate del 2013 passa alla Pro Vercelli in comproprietà e la stagione seguente la Pro Vercelli ne riscatta la comproprietà alle buste. Anche a Vercelli, come già fatto con lo Spezia, contribuisce in maniera determinante alla promozione in Serie B. Nel 2014-2015 ancora con la Pro Vercelli gioca tutte le 42 partite di Serie B piazzandosi 13º nella Top 15 dei portieri di Serie B secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B. In seguito le esperienze con le maglie di Matera, Juve Stabia e Venezia e nella scorsa stagione il trasferimento alla Casertana in serie C. L’esperienza con la Casertana non è assolutamente delle migliori perchè si fa male in allenamento subendo un trauma distorsivo del ginocchio destro di grado elevato del legamento crociato anteriore che in pratica gli preclude gran parte della stagione tra le fila dei falchetti.

Danilo Russo nella sua nuova esperienza alla Juve Stabia parte in sordina destinato ad essere il secondo di Branduani nello scorso torneo in Serie B. Stavolta però ha il grande merito di farsi trovare pronto perchè accade che Branduani deluda nelle prime uscite stagionali e dopo i cinque gol incassati in casa contro l’Ascoli (di cui almeno due con proprie responsabilità) cede la titolarità del ruolo a Russo. Il portierone stabiese gioca la sua prima partita da titolare a Crotone parando davvero di tutto ma probabilmente l’emozione gli tira un brutto scherzo e lo costringe ad essere sostituito per crampi ad entrambe le gambe proprio da Branduani nella ripresa.

Il portiere nativo di Castellammare inanella tutta una serie di ottime prestazioni in Serie B fino alla fine del 2019. Poi a gennaio il diavolo ci mette, come spesso accade, la classica coda velenosa. Russo subisce un grave infortunio muscolare a gennaio del 2020 che in pratica gli preclude tutto il girone di ritorno a favore di Ivan Provedel che a sua volta stupisce tutti a suon di ottime prestazioni.

E anche la stagione 2020-2021 in Serie C inizia nel peggiore dei modi per Danilo Russo. Un altro grave infortunio muscolare gli fa saltare in pratica tutta la preparazione precampionato e tutto lo scorcio iniziale del campionato. Anche in questo caso arriva Tomei a difendere i pali della Juve Stabia e lo fa con ottime prestazioni.

Ma Russo intravede una luce in fondo al tunnel sotto forma di prima convocazione da parte di mister Padalino che arriva domenica scorsa in occasione del derby con la Paganese. E siamo certi che Danilo farà di tutto come suo solito per cercare di convincere mister Padalino a ridargli qualche nuova opportunità di poter dimostrare di nuovo il proprio valore a difesa della porta gialloblù. E con un “dottore” al servizio delle Vespe nessun traguardo si può precludere…

 

a cura di Natale Giusti

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Ascolta la WebRadio