22.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Maggio 26, 2022

Promosse e bocciate 33a giornata Serie C Gir.C

Da leggere

Promosse e bocciate – Nella 32° giornata, con la vittoria esterna a Bisceglie, la Ternana è ormai all’ultimo chilometro e vede la linea del traguardo con su scritto una bella B Rossoverde. La vittoria dell’Avellino costringe le Fere ad attendere almeno un altro weekend per festeggiare matematicamente. Anche il Bari vince e si riprende la terza piazza a discapito del Catanzaro che pareggia a Torre del Greco. Nelle zone basse gran colpo della Vibonese che rivede la salvezza e tira nella lotta salvezza altre squadre.

PROMOSSE E BOCCIATE

PROMOSSE

Vibonese

È solo la quinta vittoria in campionato ma molto pesante. Tre punti che mancavano dal dicembre scorso. La salvezza diretta non è un obiettivo lontano, anzi è distante solo un punto. Il Teramo comincia bene al “Razza” e passa in vantaggio con un penalty causato dell’esperto Vitiello. Prima della fine della prima frazione la Vibonese risponde con la stessa arma. Rigore e Plescia timbra il sigillo numero 11. Il sorpasso porta il nome di Spina che in area si fa trovare pronto dopo un rimpallo (probabilmente dopo un tocco di braccio). Il Teramo va nel pallone e finisce per farsi male da solo con l’autorete di Lasik. A cinque giornate dal termine la lotta salvezza è più viva che mai.

Ternana

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli, la Ternana è letteralmente ad un passo/punto dalla promozione aritmetica. Il volenteroso Bisceglie non può fermare l’impeto degli Umbri che mettono a ferro e fuoco la difesa avversaria per mezz’ora. Il gol che sblocca il match arriva a sorpresa con il colpo di testa di Paghera. Le occasioni più ghiotte capitano sui piedi di Makota e Cecconi ma non c’è nulla da fare. Il gol di Suagher cala il sipario sul match, quello di Cecconi vale solo per le statistiche. Lucarelli e i suoi stracciano il record di punti della Juve Stabia con 5 giornate di anticipo. I fuochi d’artificio potrebbero esplodere già sabato al triplice fischio dopo il match con l’Avellino al “Liberati”.

Avellino

Se lo champagne ternano non può essere stappato è tutto merito dei Lupi. Per l’ottava vittoria consecutiva al “Partenio” basta un tiro dagli undici metri di Maniero. Lo stesso attaccante irpino meritava maggior fortuna dopo uno splendido stop e tiro dall’interno dell’area di rigore. La Virtus Francavilla pensa soprattutto a difendersi ma il secondo miglior attacco del campionato trova sempre modo di arrivare verso la porta. L’obiettivo ora è tenere ben salde le mani sul secondo posto e, possibilmente, regalare la vittoria al “Liberati” contro gli extraterrestri ternani. Questa è la ricetta per la Pasqua perfetta per i tifosi avellinesi.

BOCCIATE

Teramo

Uno dei problemi della squadra di mister Paci è il rendimento in trasferta, solo tre vittorie e tanti pareggi. Il ruolino imperfetto si conferma anche a Vibo Valentia. Una squadra arrendevole e senza reazione. “Alla prima difficoltà ci scolleghiamo. Siamo delusi da noi stessi”, questo è il commento a caldo di mister Paci. I Diavoli sono reduci da tre sconfitte consecutive ma l’obiettivo play-off non dovrebbe essere a rischio, considerando i sei punti di vantaggio sulla Viterbese. La squadra è molto giovane, così come l’allenatore ed è per questo che sono inevitabili gli alti e bassi, anzi permettono di sviluppare spunti di riflessione.

Cavese

La classifica piange e non sembra esserci rimedio. L’avvicendamento in panchina ed il mercato di riparazione non hanno provocato lo scossone necessario per raddrizzare la stagione. Hanno inciso non solo episodi di campo ma anche le infinite difficoltà legate al Covid che hanno addirittura stroncato la vita di Vanacore, vice di Campilongo. La sconfitta interna contro il Catania è l’undicesima in un “Lamberti” che viene razziato di domenica in domenica. A questo punto non resta che sperare nei play-out. Al momento il primo turno contro la Vibonese non si giocherebbe perché il distacco è di oltre otto punti. La Cavese dovrebbe vedersela con la perdente tra Bisceglie e Paganese.

Virtus Francavilla

Tre punti sulla zona calda non forniscono la sicurezza della permanenza in C. La situazione instabile ha provocato, una settimana fa circa, l’esonero sia dell’allenatore Trocini che del direttore sportivo Fernandez. Uno scossone che arriva dall’alto per far capire a tutti i calciatori che la stagione non è ancora archiviata e la salvezza resta da conquistare. Le prossime due sfide con Cavese e Bisceglie potrebbero delineare il futuro dei pugliesi alla loro quinta stagione tra i Pro. Promosse e bocciate.

“Promosse e bocciate 33a giornata Serie C Gir.C” A cura di Raffaele Galasso

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy