Mercedes Formula Uno
Mercedes Formula Uno

Perché alla fine la Formula Uno è uno sport di squadra

Perché alla fine la Formula Uno è uno sport di squadra

 

Formula Uno: in Spagna vince Hamilton. Prossima tappa Monaco tra due settimane

 

Pilota, macchina ma soprattutto team. Un mix perfetto che da origine a uno sport chiamato Formula Uno. In Spagna vince una gara meravigliosa Lewis Hamilton. Il re che mai come questa volta deve ringraziare il suo team che gli hanno permesso di svolgere una gara perfetta.

 

Strategie a confronto

Un pit in più e tanto feeling con le gialle. È stata questa la chiave che ha permesso alla Mercedes di collezionare la terza vittoria in stagione di Lewis. L’inglese, dopo aver commesso un solo errore in partenza, che gli aveva fatto perdere la leadership del Gran Premio, è riuscito con la strategia a portare a casa la gara. L’idea di fermarsi di nuovo per montare altre gomme gialle è valsa infatti la prima posizione contro un Verstappen che invece è venuto a mancare, forse, proprio nella strategia. Poteva fermarsi prima? Rispondere magari subito al pit stop di Hamilton montando le rosse? Due strade diverse che hanno portato alla fine a trionfare non il pilota, ma il team che ancora una volta si dimostra fondamentale.

 

 

Lotta fino all’ultimo

Hamilton tre, Verstappen uno. È questo per il momento quello che dice la pista. Il mondiale, nonostante Hamilton abbia allungato ancora, ci dice però che è ancora tutto aperto. Mai come quest’anno sarà lotta tra questi due per cercare di portare a casa il titolo mondiale. Il Sir va per l’ottavo, Max per la sua prima volta. Ma, come detto, tutto dipende non solo da lui ma anche dalla squadra e da una cosa su tutte: la vettura.

 

 

Step by step

Vettura, la Red Bull, che forse mai come un quest’anno può essere più veloce della Mercedes su alcune piste. Una di queste è sulla carta Monaco fra due settimane. Circuito particolare, unico nel suo genere, che da anni ha visto sempre la Red Bull partire come protagonista e, mai come in questa stagione, per quel che la Red Bull con Max si sta giocando, può essere determinante.