24.9 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Giugno 25, 2022

Napoli-Genoa 3-0, le pagelle degli azzurri nel giorno dell’addio di Insigne

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Napoli-Genoa 3-0, un giorno da ricordare per gli azzurri che chiudono matematicamente al terzo posto il campionato dopo aver gettato alle ortiche il sogno scudetto in un campionato mediocre. Ma è il giorno soprattutto del commiato di Lorenzo Insigne al “Maradona” che non a caso è il migliore degli azzurri nella sua ultima a Napoli.

LE PAGELLE DEL NAPOLI NELL’ULTIMA CASALINGA DEL CAMPIONATO 2021-2022.

Ospina 7: in una gara abbastanza tranquilla due interventi importanti nel secondo tempo, uno su Portanova a due metri da lui e l’altro su gran tiro di Amiri dal limite. Il solito Ospina, una sicurezza e peccato che quasi certamente andrà via dal Napoli.

Di Lorenzo 6,5: assist-man per il primo gol di Osimhen e solita gara che da grande sicurezza a tutto il reparto arretrato. Un punto fermo anche per il prossimo campionato sperando che non arrivino offerte che facciano vacillare De Laurentiis.

Rrahmani 6,5: in ripresa rispetto a qualche svarione delle ultime gare. Merita una sufficienza molto ampia sperando che anche lui trovi presto il rinnovo con la società.

Koulibaly 6,5: anche lui sta finendo il campionato in grande crescendo. la Coppa d’Africa e qualche infortunio di troppo hanno influito sul suo rendimento soprattutto nel girone di ritorno. Oggi nessuna sbavatura.

Mario Rui 6: qualche errore in più rispetto alle ultime prestazioni ma non influisce sul risultato finale e il solito contributo sulla fascia sinistra lo da anche oggi (Ghoulam dal 73° 6: era l’addio anche per lui oggi e per poco non segna un gol olimpico direttamente da angolo).

Anguissa 6,5: torna il dominatore di centrocampo come lo era stato nelle prime 10 giornate del girone di andata. E’ un centrocampista punto di riferimento per il Napoli e il prossimo anno si dovrà ripartire da lui (Demme dall’83° S.V.).

Fabian Ruiz 6: non arricchisce la gara con la sua classe dei giorni migliori ma si fa notare sia in fase di interdizione che in quelle propositiva e merita una sufficienza larga (Dal 73° Lobotka 6,5: un gol da applausi e di grande caparbietà raccogliendo palla nella propria metà campo e concludendo con un gran tiro all’angolino dal limite. Altro punto di riferimento).

Lozano 6,5: stantuffo a destra ma bravo anche a chiudere su quella fascia destra gli attacchi del Genoa. E’ una freccia sempre presente nell’arco dell’attacco del Napoli.

Mertens 7: sempre velenoso per il Genoa dal primo all’ultimo minuto. Confeziona un assist di tacco per Insigne nel primo tempo e poi cerca di mandare in porta sia Osimhen che ancora Insigne. Un a spina costante per la difesa del Genoa. Ancora di più non si capisce perchè Spalletti non lo schierò in campo dal primo minuto nel Napoli che affrontò Fiorentina e Roma in un momento decisivo del torneo (Dal 73° Zielinski S.V.).

Insigne 7,5: ancora una volta decisivo anche nel suo giorno dell’addio al “Maradona”. Sempre pericoloso e ispirato oggi e in più non era facile ripresentarsi dal dischetto per la ripetizione del calcio di rigore che ha portato il Napoli sul 2-0. Nel primo tempo doppio sombrero e gol da antologia evitato solo da Sirigu. Mezzo voto in più per il giro di campo emozionante e il ringraziamento iniziale ai tifosi azzurri (Dal 88° Elmas S.V.).

Osimhen 7: un gol da ariete dell’area di rigore su cross perfetto di Di Lorenzo dalla fascia destra ma è bravo soprattutto il nigeriano a svettare e anticipare i difensori centrali del Genoa. Qualche errore tecnico qua e là ma la sua presenza è sempre determinante per l’attacco del Napoli.

Spalletti 6,5: nella prima mezz’ora il Napoli soffre il pressing alto e asfissiante del Genoa con una traversa di Yeboah che fa tremare i tifosi azzurri e il tecnico azzurro sembra non riuscire a trovare le giuste contromisure. Poi il Genoa perde consistenza e resistenza fisica col passare dei minuti e prevalgono le qualità tecniche dei calciatori del Napoli. L’impressione è che in questa gara col Genoa più che la sagacia tattica di Spalletti abbia influito la caratura superiore del Napoli.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy