Napoli-Fiorentina 2-5: Il riassunto del match di Coppa Italia

Napoli-Fiorentina
foto - sscnapoli.it

Napoli-Fiorentina termina sul risultato di 2-5. La Fiorentina di Mister Italiano batte il Napoli allo Stadio “Diego Armando Maradona” e continua la sua avventura in Coppa Italia.

L’Atalanta di Mister Gasperini, dunque, sarà la prossima avversaria della Fiorentina ai quarti di finale.

Napoli-Fiorentina 2-5: Il riassunto del match di Coppa Italia

Primo Tempo di Napoli-Fiorentina

Prima frazione di gioco di Napoli-Fiorentina molto equilibrata in tutti i sensi, a partire dal possesso palla per finire con il numero di tiri verso lo specchio.

Il Napoli di Mister Spalletti ci prova sin da subito con un contropiede molto interessante condotto da Eljif Elmas che purtroppo non si concretizza.

Dopo qualche minuto la Fiorentina alza la testa e va all’arrembaggio della metà campo azzurra; infatti la Viola nell’arco di cinque minuti va per ben due volte vicino alla rete del vantaggio, prima con Vlahovic dal limite e poi di testa con Milenkovic che colpisce la traversa dagli sviluppi di un calcio d’angolo.

In seguito ad una prima fase di gioco molto intensa la partita torna su ritmi normali e le due squadre cominciano a studiarsi un poco fino al 40′ minuto.

Al 41′ minuto il match si sblocca finalmente grazie ad una splendida giocata di Dusan Vlahovic che su passaggio di Saponara, anticipando sul tempo Tuanzebe, riesce a girarsi e ad insaccare la palla in rete.

Il Napoli però non demorde e soltanto due minuti dopo trova la rete del pareggio grazie ad una perla di Dries Mertens che con un tiro morbido a giro spiazza un mal posizionato Dragowski sul palo lontano.

Nei minuti di recupero poi arriva il pasticcio della difesa viola che costa il cartellino rosso a Dragowski; infatti Lorenzo Venuti, su un lancio lungo di Dries Mertens, prova un retropassaggio di testa per Dragowski che è costretto a commettere fallo su Elmas.

Termina il primo tempo di Napoli-Fiorentina sul risultato di 1-1.

Secondo Tempo di Napoli-Fiorentina

La seconda frazione di gioco, invece, è molto più vivace e ricca di emozioni.

Il secondo tempo, difatti, si apre con il miracolo di Terracciano sulla conclusione ravvicinata di Diego Demme.

La Fiorentina poco dopo, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Dragowski, trova la rete del 1-2 al 57′ con il capitano Cristiano Biraghi che, sulla ribattuta di un calcio di punizione, batte un incolpevole Meret con una splendida conclusione a giro di sinistro.

Napoli che, dopo una fase equilibrata di gioco, all’80’ prova a riacciuffare il pareggio con Irving Lozano che, però, colpisce un palo clamoroso.

Lo stesso attaccante messicano però poco dopo è autore di un’entrataccia sulla caviglia di Nico Gonzalez, fallo che in seguito all’intervento del VAR gli costa il cartellino rosso, ristabilendo così la parità numerica tra le due squadre.

Sul finire del secondo tempo Fabian Ruiz rimedia il secondo cartellino rosso per il Napoli, questa volta per somma di cartellini gialli, a causa di un fallo di ostruzione su Torreira lanciato da solo verso la porta di Meret.

Infine dopo l’episodio che ha coinvolto il centrocampista andaluso, il Napoli al quinto minuto di recupero riesce clamorosamente a pareggiare la partita con Petagna, riuscendo a portare il match ai tempi supplementari in nove contro dieci.

Tempi Supplementari di Napoli-Fiorentina

Tempi supplementari di Napoli-Fiorentina senza storia, la Fiorentina dilaga su un Napoli in nove uomini e senza centrocampo.

Il Napoli prova a resistere agli attacchi degli uomini di Mister Italiano, ma allo scadere dei primi quindici minuti supplementari subisce la rete del 2-3 da Lorenzo Venuti; il terzino viola trova l’angolino basso con un perfetto destro a volo sul cross di Maleh a tagliare tutta l’area di rigore.

Il secondo tempo supplementare, invece, si apre con il gol di Piatek alla prima presenza in maglia viola e si chiude con la rete di Maleh al 118′.