Meteo: Domenica tropicale, poi una settimana estrema. Da Lunedì…

meteo, Domenica tropicale

Meteo: Domenica tropicale, poi una settimana estrema. Da Lunedì non solo Fiammate Africane ma anche Incubo Nubifragi e Grandinate con grandine grossa

Meteo: Domenica tropicale, poi una settimana estrema. Da Lunedì…

Ci attendono condizioni meteo sempre più estreme. Nel corso della prossima settimana dovremo infatti fare i conti con nuove fiammate africane con temperature ad oltre 35/40°C ma anche con la minaccia di pericolosi break temporaleschi con l’incubo di grandinate e nubifragi specie su alcuni angoli dell’Italia.

Ma andiamo con ordine analizzando gli ultimi aggiornamenti della nostra APP ufficiale con i dati del Centro Europeo, tracciando poi una tendenza fino alla fine di giugno.

Con l’inizio della prossima settimana, su quasi tutto il nostro Paese, da lunedì 21 e almeno fino a giovedì 24, dominerà l’alta pressione africana: vista l’origine sub-tropicale delle masse d’aria,oltre al tanto sole, ci aspettiamo un’ulteriore impennata delle temperature, specialmente al Sud e sulle due Isole maggiori: ciò si tradurrà, verosimilmente, in vere e proprie fiammate di calore,con i termometri pronti a schizzare diffusamente fino a 38/41°C.

Discorso leggermente diverso al Nord, specie lunedì 21 e tra mercoledì 23 e giovedì 24, quando un flusso di correnti più fresche e instabili collegate ad una depressione atlantica posizionata tra Francia e Regno Unito riuscirà a far breccia nell’anticiclone, provocando temporali in particolare durante le ore pomeridiane.

Proprio su questa “terra di confine” tra l’aria rovente africana e quella più fresca in discesa dal Nord Europa si creeranno le condizioni ottimali per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche a causa dei contrasti tra masse d’aria sempre più esasperati.

Dapprima i fenomeni temporaleschi colpiranno l’arco alpino, poi col passare delle ore, potrebbero estendersi alle vicine pianure di PiemonteLombardia Veneto. A causa della tanta energia potenziale in gioco (umidità nei bassi strati dell’atmosfera) non escludiamo la possibilità di fenomeni localizzati particolarmente violenti con improvvise raffiche di ventonubifragi e pure grandinate.

Nel corso del successivo fine settimana (26/27 giugno) e negli ultimi giorni del mese l’anticiclone dovrebbe tornare a dettare legge su buona parte del Paese, pilotando masse d’aria sempre più calde.

La tendenza generale è quindi ancora votata ad una grande calura, con valori termici al di sopra delle medie climatiche di diversi gradi: insomma l’incubo della temibile estate del 2003 e più che mai vivo.

Oggi, Domenica 20 Giugno – Pressione che cede lievemente al Nord. Giornata festiva caratterizzata da una nuvolosità più presente al Nordovest, anche con temporali lungo i settori alpini e prealpini, in locale estensione verso le pianure adiacenti. Più nubi anche in Sardegna e sulla Toscana settentrionale, ma senza piogge. Tanto sole altrove. Clima molto caldo e afoso sulle zone pianeggianti.

Lunedì 21 Giugno – Pressione in aumento. La giornata sarà caratterizzata da una maggiore nuvolosità al Sud, anche con isolati temporali sulla Calabria interna. Isolati rovesci sui confini alpini; sul resto del Paese invece avremo condizioni di tempo stabile e ampiamente soleggiato.

Martedì 22 Giugno – Alta pressione prevalente. A parte qualche isolato temporale pomeridiano sulle Alpi occidentali, per il resto il sole sarà l’assoluto protagonista della giornata.

Mercoledì 23 Giugno – Ondata eccezionale di caldo al Sud. Isolati temporali su Val d’Aosta e Piemonte montuoso, tanto sole altrove, caldo record al Sud.

Meteo: Domenica tropicale, poi una settimana estrema. Da Lunedì… / Cristina Adriana Botis / Redazione