Langella: “L’obiettivo era patrimonializzare la rosa della Juve Stabia e ci siamo riusciti”

LEGGI ANCHE

Andrea Langella, presidente della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione della presentazione della rosa 2023-2024.

Le dichiarazioni di Andrea Langella, presidente della Juve Stabia, sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Buonasera a tutti. La squadra è giovane non solo sotto il profilo di età ma di prospettiva pur essendo di grande qualità. Il nostro obiettivo era patrimonializzare la Squadra e ci siamo riusciti.

E’ la nostra chiave di successo e dobbiamo lavorare per la salvezza che quest’anno non è una passeggiata. Ci si aspettava un campionato mediocre ed invece sarà aggressivo e molto temibile per il girone C.

Dobbiamo lavorare giorno per giorno, settimana per settimana per assicurarci la salvezza. Fin quando non si stravolge la serie c e non si smantellano un po’ di squadre non si può definire un profilo su 60 squadre, è un terno a lotto.

Non sono in grado di fare un nominativo, direi la Juve Stabia. Francamente era meglio prima anche economicamente che era una responsabilità al 50%. Ci sono tante responsabilità . Questa piazza vuole tanto ed io non farò mai brutte figure. L’ americano non è arrivato. Ho più responsabilità rispetto a ieri, tanti sacrifici.

La strada è tracciata anche in questo ambito per costruire una grande squadra e raggiungere un sogno. E’ importante essere consigliere di lega pro, i primi successi sono proprio Sky, strumento fondamentale per la categoria. Tante novità, e regole.

Tanti cambiamenti per queste squadre che spendono fuori di milioni. Ma sessanta squadre devono sempre attendere quattro promozioni. Le emozioni sono tante anche perché oggi ci accompagna l’ entusiasmo che è maggiore rispetto allo scorso anno. Sarei ben felice di vedere il Menti sempre più pieno. Soprattutto per i bambini. Questo è il bello del calcio.

Si ho avuto l’idea di Quagliarella voluta da me e dalla piazza ma non c’erano segnali positivi e abbiamo mollato. Mai dire mai.

Quest’anno è un anno importante, sono rimasto molto meravigliato per gli acquisti delle altre squadre. Si sono scatenati tutti. Ho dovuto fare una competizione straordinaria mai vista. Darei un 5 al mercato di Castellammare quest’anno.

Quest’anno c’è un grande entusiasmo si vede e si sente a pelle. Sono due mesi che lavoriamo a ritmi serrati anche per l’aspetto organizzativo. Arriveranno altre persone. L’organizzazione è fondamentale. Andiamo piano. Vogliamo dare sempre di più alla piazza con iniziative programmate”.


Juve Stabia TV


Napoli, tutto fatto per Buongiorno: avrà una clausola da 70 milioni nel 2027

Alessandro Buongiorno sarà un nuovo giocatore del Napoli. E’ ormai fatta per l’arrivo del difensore del Torino in sponda azzurra. Nella notte tra sabato...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare