Juve Stabia, morto Nicola Pannone ex ds delle Vespe

LEGGI ANCHE

Juve Stabia, una bruttissima notizia ha scosso la giornata: la morte di Nicola Pannone, ex direttore sportivo delle Vespe ma anche tra le altre di Casertana e Latina, squadre dell’attuale Girone C di Lega Pro.

Padre di Antonio Pannone, attuale sindaco di Afragola, è stato direttore peraltro anche di Siracusa, Puteolana, Aversa Normanna e dell’Afragolese, la sua ultima società nella quale ha lavorato negli ultimi anni.

Proprio l’Afragolese lo ricorda con un comunicato ufficiale che di seguito vi riportiamo.

Il comunicato dell’Afragolese in ricordo del grande personaggio del mondo del calcio che è stato Nicola Pannone.

“Nicola Pannone, uomo di calcio tra i più vincenti d’Italia, ci ha lasciati. Tante partite, 22 campionati vinti. Un decano del calcio che in carriera ha concluso diverse stagioni guardando tutti dall’alto verso il basso.

Già Direttore del Siracusa, della Casertana, della Juve Stabia, della Puteolana, dell’Aversa Normanna, del Latina e della nostra amata Afragolese.

Con dolore salutiamo un amico di tutti noi, padre del nostro Direttore Generale Vincenzo e del nostro Sindaco Antonio”.

NICOLA PANNONE ALLA JUVE STABIA.

Nicola Pannone alla Juve Stabia ha lavorato ai tempi dell’indimenticato presidente D’Arco. Vincente nato, fu chiamato da D’Arco per effettuare la ricostruzione già ai tempi del Comprensorio Nola, dopo il fallimento del 2001, per quella che poi sarebbe ridiventata la Juve Stabia.

Ha costruito la grande squadra che vinse il campionato di Interregionale nel 2003-2004 con Sibilli, Castaldo, Renato Mancini, Di Napoli, Rufini tra gli altri e soprattutto Checco Ingenito che siglò il gol decisivo su rigore contro il Potenza nell’ultima gara del campionato a pochi minuti dalla fine.

E sempre quell’anno quella squadra vinse anche la Coppa Italia al Menti dopo una bellissima finalissima con la Massese terminata 4-2 per le Vespe che ancora è rimasta ricordo indelebile per tutti i tifosi delle Vespe.

IL RICORDO DI RENATO MANCINI SU NICOLA PANNONE.

“Era un direttore molto capace, se si metteva in testa di prendere un giocatore ci riusciva sempre. Lui portò me e Danilo Rufini che l’anno prima avevamo eliminato il Siracusa ai playoff. Ci ha dato quella grande possibilità e la storia parla da sola perchè abbiamo fatto due anni fantastici. Perdiamo un personaggio importante del mondo del calcio perchè era un gran signore nei modi di presentarsi ed è stato un grande direttore. Alla sua famiglia le mie più sentite condoglianze”. 

IL RICORDO DI SALVATORE SIBILLI SU PANNONE.

“Una bruttissima notizia stamattina. Era una persona stupenda che ha lavorato alla grande a Castellammare e in tutte le piazze in cui è stato. Lui uno dei più grandi direttori che ho avuto. Un grande professionista e lo ringrazierò finché Dio mi darà la forza perchè mi ha fatto vivere a Castellammare uno dei momenti più grandi e importanti della mia carriera. Faccio le mie più sentite condoglianze alla famiglia”. 

GLI ULTIMI ANNI DI PANNONE ALLA JUVE STABIA.

Era alla Juve Stabia anche nella stagione 2005-2006 con Salvatore Di Somma, chiamato proprio da D’Arco e Pannone, dopo l’esonero di Vullo e con la bella e storica vittoria sul Napoli per 3-1 e il successivo spareggio playout con il gol di Agnelli a pochissimi minuti dalla fine che sancì la salvezza in C1 per le Vespe.

Alla famiglia di Nicola Pannone vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la redazione sportiva di ViViCentro.it per un lutto che sicuramente ha colpito moltissimo tutti gli sportivi di Castellammare di Stabia che hanno potuto apprezzare il suo modo di lavorare per le fortune della Juve Stabia.

 

 


Juve Stabia TV


Da Riva nuovo rinforzo per il centrocampo della Juve Stabia

Da Riva sarà un altro centrocampista della Juve Stabia fino a giugno 2025.  Come già preannunciato dalla nostra redazione, è di oggi l’ufficialità per...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare