Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Iervolino: “Affronteremo una squadra ostica. I tifosi? Sono l’uomo in più

Iervolino: “Affronteremo una grande squadra, dobbiamo essere compatti"

ECCELLENZA- Il tecnico isolano fa il punto alla vigilia del match contro l’Ercolanese

Simone Vicidomini– L’Ischia vittoriosa all’esordio in campionato in casa del Pianura, si prepara ad ospitare al “Mazzella” l’Ercolanese. I granata sono reduci da una pesante sconfitta interna 4-0 contro la Frattese. Una squadra di certo da non sottovalutare ma da affrontare con il piglio giusto. Di certo rispetto alla Nuova Napoli Nord è di un gradino superiore, però il morale della squadra sembra essere davvero ottimo dopo aver portato a casa i primi tre punti da un campo ostico come il “Simpatia” di Pianura.

“Su un campo non facile come quello di Pianura, domenica scorsa i ragazzi hanno dato l’anima- attacca Angelo Iervolino nella conferenza pre- gara-. Alla fine il loro impegno è stato premiato. Veniamo da una settimana in cui ci siamo allenati bene, fatta di buoni contenuti. Siamo fiduciosi, pronti ad affrontare una squadra ostica che non meritava di perdere con un passivo così ampio”.

Dal punto di vista tecnico, ci dobbiamo aspettare qualche cambio? Il tecnico sa che nella sua testa ha un undici iniziale o è ancora in fase di rodaggio? “Come avvenuto nelle due partite ufficiali, cerchiamo di dare spazio e protagonismo un po’ a tutti, se ci riesce. Stiamo lavorando su una intercambiabilità di ruoli, sul poter interpretare più ruoli nel corso della partita. Per quanto riguarda la formazione ne giocano soltanto undici e ce ne sono cinque-sei che è importante averli in campo”.

Cibelli sarà riproposto nuovamente a centrocampo contro l’Ercolanese? “Cibelli sta facendo molto bene, mi sta piacendo, anche nei flussi di gioco lui ha delle qualità dal punto di vista tecnico. Sicuramente è un’alternativa che ci fa comodo nella parte mediana del campo”. Anthony Di Meglio sembra aver ricoperto alla grande quello che il suo allenatore gli abbia chiesto…

“Anthony è il caso che forse è maggiormente venuto alla luce-commenta Iervolino-. Non lo scopro oggi, perché anche l’anno scorso quando era con me al Lacco, ha avuto delle fasi importanti anche se brevi, per colpa del Covid. In quel ruolo secondo me ha grossi margini. E’ ovvio che deve crescere, deve fare tanto ancora, al pari di tutti gli under. Abbiamo fatto una riunione specifica con i giovani per far capire loro quanto siano importanti. Nelle ultime partite sono loro che hanno aiutato a raggiungere l’obiettivo”.

Dopo la prima giornata, una volta visto all’opera le varie squadre che idea s’è fatto delle avversarie? Mi torna un’immagine che ci eravamo prefissati, si è verificato quanto discusso in passato, ovvero Frattese e Puteolana hanno fatto un bottino importante già all’esordio in campionato. Tuttavia, come detto in precedenza-sottolinea il trainer gialloblu- l’Ercolanese che affronteremo al “Mazzella” non meritava un passivo così pesante. Di fronte avremo una squadra importante che ha delle qualità. E’ ovvio che tutte le altre squadre cercheranno di inseguire quelle che hanno fatto bottino pieno”.

Domani ci sarà l’esordio dell’Ischia al “Mazzella”. Cosa si sente di dire Iervolino ai supporters che rappresentano il cosiddetto uomo in più, ad una piazza che segue molto le vicende della squadra. “I tifosi sono l’uomo in più. Al di là delle frasi fatte, il messaggio è quello di stare vicino alla squadra. In queste settimane abbiamo avvertito tanta vicinanza da parte dei tifosi che hanno visto il grande impegno, la grande voglia e applicazione che stanno mettendo i ragazzi. Sentiamo il loro calore, il loro incitamento fin da ora, prima che cominci la partita. I tifosi sono l’uomo in più, dovranno spingerci a fare bottino pieno in tutte le partite casalinghe”.

Sta per iniziare anche il campionato di Promozione con il Lacco Ameno che farà l’esordio in casa contro l’Ercolanese, Iervolino vuole lanciare un messaggio alla sua ex squadra? “I ragazzi vengono da due anni belli, importanti, dove hanno raggiunto traguardi inattesi. Ovviamente gli auguro di raggiungere i loro obiettivi, se lo meritano così come tutta la società”.