Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Higuain ha già scelto la 9 della Juve: accordo raggiunto venerdì a Madrid

I dettagli

La Gazzetta dello Sport scrive su Gonzalo Higuain alla Juve. L’ufficialità potrebbe arrivare lunedì: “L’accelerata è arrivata ieri, dopo giorni di ciaccole (copyright De Laurentiis), sceneggiate da cinepanettone, smentite ufficiali e conferme a mezza bocca. Higuain venerdì ha fatto le visite mediche e attende solo l’ufficialità per scegliere la nuova maglia (il numero 9 è libero dopo la partenza di Morata), resta da capire come la Signora pagherà il Napoli. I bianconeri sono pronti a versare la clausola rescissoria, ma sono anche disponibili a sedersi a un tavolo per aprire una trattativa. Quello che è certo è che Higuain ha già un accordo con la Signora e cambierà squadra la prossima stagione. Venerdì sera Marotta e Paratici hanno disertato la serata dei calendari per raggiungere a Madrid Gonzalo e il fratello Nicolas, procuratore del Pipita, e hanno chiuso l’affare. Gonzalo ha fatto anche le visite mediche all’ospedale La Moraleja. Tutto questo senza violare le regole, perché il fatto che Higuain abbia una clausola rescissoria permette alla Juve di non chiedere l’autorizzazione. Ieri mattina Marotta ha chiamato Andrea Chiavelli, amministratore delegato del Napoli e braccio destro del presidente, e gli ha comunicato la decisione del Pipita di lasciare gli azzurri per trasferirsi a Torino. Dopodiché ha offerto al club in via amichevole la possibilità di avviare una trattativa di mercato. In serata c’è stato anche un contatto telefonico tra l’a.d. bianconero e De Laurentiis. Se il Napoli dirà di no, allora la Juve pagherà la clausola. Dal club azzurro non filtrano segnali di apertura: De Laurentiis ha sempre detto che si sarebbe arreso all’addio di Higuain solo di fronte al pagamento della clausola da 90 milioni (e non 94,7 perché in questo caso non è il giocatore a svincolarsi ma è una squadra a pagare) e difficilmente farà retromarcia, anche per non dare un segnale di debolezza ai tifosi, che non l’hanno presa bene”.