Givova Scafati, squadra urlo a fine partita

Givova Scafati, domani si recupera la seconda giornata contro Ravenna

E’ tempo di recuperi per il campionato di serie A2. Durante questa settimana sarà infatti recuperata interamente la seconda giornata. Nel girone rosso, la Givova Scafati attende la visita dell’Orasì Ravenna, contro cui, per uno strano scherzo del calendario, ha già disputato la partita di ritorno. In terra romagnola, lo scorso mese, furono i gialloblù ad imporsi con un perentorio 60-80. Non sarà facile però confermare lo stesso risultato al PalaMangano mercoledì sera (ore 18:00), soprattutto per le assenze importanti di Marino e Cucci, che ancora una volta ridurranno le rotazioni a disposizione di coach Finelli, aspetto tutt’altro che secondario al cospetto di una formazione dotata di numeri e uomini che le permettono di essere annoverata tra le migliori compagini del raggruppamento, a prescindere dalla posizione attualmente occupata in classifica, probabilmente bugiarda rispetto al valore della squadra. La vittoria per i gialloblù avrebbe poi una doppia importanza, perché i due punti in palio sarebbero eventualmente sommati agli altri già conquistati per completare la classifica virtuale dell’andata, importante per individuare le società che accederanno alle Final Eight di Coppa Italia di categoria, a cui hanno accesso solo le prime quattro di ciascun girone del campionato.
Infine, tra le note della sfida, vi è da aggiungere la circostanza che, tra le fila gialloblù vi sono ben tre ex di turno, la scorsa stagione in casacca giallorossa: Marino, Sergio e Thomas.

Luigi Sergio, Givova Scafati vs San Severo

L’AVVERSARIO della Givova Scafati

Con l’innesto del playmaker sloveno Rebec (che ha recentemente preso il posto di James), l’Orasì Ravenna ha stravolto il proprio assetto e l’impostazione del gioco imbastito dall’esperto coach Cancellieri. Inoltre, il quintetto romagnolo è un giusto mix di esperienza e gioventù, che può contare su atleti del calibro dell’ala grande statunitense Givens (14 punti e 8,3 rimbalzi di media), delle guardie Cinciarini (11,9 punti di media) e Denegri (11,3 punti e 3,4 assist di media), oltre al centro Simioni, all’ala piccola Oxilia, ai veterani Chiumenti (ala grande) e Venuto (playmaker) ed all’esplosività dell’ala Maspero. Insomma, la truppa di coach Cancellieri ha tutte le carte in regola per essere protagonista in questa stagione agonistica ed al PalaMangano proverà senza dubbio ad affermare il proprio valore, anche con il chiaro obiettivo di vendicare lo sgambetto subito nella precedente occasione a campi invertiti.

LE DICHIARAZIONI

Coach Finelli, Givova ScafatiCoach Alessandro Finelli: «Ci attende un’altra partita interna contro una squadra diversa da quella che abbiamo affrontato qualche settimana fa a campi invertiti, perché ha inserito in organico un giocatore nuovo, come il playmaker sloveno Rebec, bravo a coinvolgere i compagni ed anche in fase realizzativa, che ha stravolto il modo di giocare di Ravenna. Inoltre, i nostri prossimi avversari hanno ritrovato Cinciarini, giocatore chiave nella produzione offensiva, che contro di noi la scorsa volta non ha giocato perché era infortunato. Sarà importante tenere alta l’attenzione e l’applicazione difensiva, perché ci ritroveremo situazioni di gioco completamente diverse da quelle riscontrate sul parquet di Ravenna. Le problematiche fisiche, infortuni e covid-19 devono diventare per noi una opportunità anche al cospetto della nostra prossima avversaria, che ha una classifica bugiarda rispetto a quanto finora ha prodotto. Servirà una partita di spessore a tutto tondo».
L’ala piccola Luigi Sergio: «Stiamo attraversando un periodo molto positivo, vogliamo continuare in tal senso, stiamo lavorando bene e vogliamo cercare di dare continuità ai risultati. Ora ci aspetta una gara complessa contro Ravenna. All’andata andò bene a noi, ma ora non sarà facile, perché i giallorossi hanno cambiato un giocatore e recuperato Cinciarini. Non dobbiamo sottovalutare il match e farci trovare pronti. Da ex ci tengo molto a fare del mio meglio, anche se dovremo ancora fare a meno del supporto dei nostri tifosi con cui sarebbe stato bello condividere questo momento positivo. Ce la stiamo mettendo tutta per regalare loro comunque della belle soddisfazioni».

Photo Credits: GianMarco Ferrara Fotografo