capparella
capparella

ESCLUSIVA, Capparella: “Napoli, è l’anno tuo”

“Mertens farà la differenza”

Marco Capparella, ex calciatore del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva alla redazione di ViviCentro in cui si dice fiducioso sull’esito della stagione.

Ecco quanto ha dichiarato.

Diversamente dal campionato, il Napoli fatica un pò, soprattutto col Manchester City. Perchè secondo lei? “Sono stati semplicemente 25 minuti di black out, poi è uscito fuori. La qualità del City è sotto gli occhi di tutti, crea almeno 15 palle gol a partita. Entrambe le squadre sono prime in classifica ed esprimono il miglior calcio d’Europa. Il problema sta solo in quei 25 minuti”.

Dopo il City e il pareggio in campionato contro l’Inter, da cosa bisogna ripartire? “Il Napoli sta facendo una grande stagione e sono straconvinto che vincerà qualcosa. Ha tutte le carte in regola: una squadra che si conosce a memoria e un allenatore capace. Sono solo due incidenti di percorso. Chi gioca così bene non può non vincere”.

Mercoledì torna subito il campionato, quali insidie può portare la gara con il Genoa? “Sulla carta nessuna. Ovvio che ogni partita ha storia a se, ma sono certo che il Napoli non avrà alcun tipo di problema a vincere”.

Tra i calciatori del Napoli chi può fare la differenza nel lungo periodo? Mertens. E anche Insigne e Callejon saranno importantissimi perchè si sovrappongono e creano superiorità numerica e pericoli. Sono tre calciatori fenomenali”.

Come vede questa Serie A? “Molto a favore del Napoli. La Juventus è diversa rispetto a quella dello scorso anno, prende più gol e fatica a trovare risultati, al di la della partita di domenica. L’Inter è una squadra tosta con Spalletti che riesce ad ottenere cinicamente i risultati. La Roma si è rinforzata ma non credo riesca ad impensierire. La Lazio sta facendo il suo onesto campionato ma non è assolutamente da scudetto”.

Questo può veramente essere l’anno buono? “Assolutamente si! Questo è l’anno perfetto. Se non dovesse riuscire a vincere quest’anno poi sarà difficile. Le antagoniste hanno cambiato tanto e ora hanno qualche difficoltà. C’è da approfittare”.

a cura di Michele Avitabile
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ascolta la WebRadio