Napoli-Bologna, Donadoni: “Mi assumo le mie responsabilità, non abbiamo giocato”

Roberto Donadoni, tecnico del Bologna, è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: “Abbiamo fatto una brutta figura, siamo tutti responsabili, io in primis. Bisogna ripartire come si deve. Anche se avessimo vinto 1-0, non sarebbe cambiato nulla, siamo stati eclissati da loro. Abbiamo giocato con paura, prima o poi, paghi dazio. Bisogna giocare da uomini: sguardo alto, senza vergognarsi. Bisogna far vedere ciò che sappiamo fare. Ci dispiace essere venuti e non essere stati in grado di giocare. Mi assumo le mie responsabilità. Prepariamoci per la prossima, che sarà determinate. Bisognare reagire. Questa partita è stata un cazzotto. Ritiro? Non so, bisogna valutare. Ho fatto vedere la partita degli azzurri, ai miei ragazzi, anche la partita dell’andata. Volevamo mettere tensione a questa squadra, di questo valore, ma ci ha condizionato la paura. Abbiamo giocato all’indietro. Le partite si possono perdere, ma si devono giocare. Non lo accetto, dal punto di vista personale. Mi piace vedere uno che sbaglia, che ha dei limiti, ma che combatte. Abbiamo quattro partite, dodici punti in palio: c’è tutto da conquistare. Senza paura, bisogna reagire. Siamo una squadra che corre, nelle gambe i ragazzi hanno ancora benzina. Manca la testa.”