criptovalute cardano eftakher-alam-H0r6LB_9rz4-unsplash
criptovalute cardano eftakher-alam-H0r6LB_9rz4-unsplash

Criptovalute e il sistema Cardano: il caso dell’Africa

Le criptovalute stanno assumendo sempre di più un profilo importante nelle economie nazionali e quindi nella finanza internazionale e tanti sono i progetti che permettono di invertire in questi titoli come ad esempio Cardano.

Cardano è un progetto open source legato alle criptovalute che punta alla realizzazione di una piattaforma blockchain pubblica per la gestione degli smart contract. La criptovaluta utilizzata da Cardano è ADA.

Questo progetto sta facendo parlare molto di se in questi giorni, guadagnando punti e sempre più alleati nel mondo e in particolare in Africa che era stato escluso inizialmente da questo coinvolgimento nella corsa alle criptovalute.

Secondo il CEO di Cardano stanno lavorando con diversi governi del continente africano, per sviluppare entità digitali che apriranno le porte a milioni di persone. Con questa strategia l’Africa contribuirà all’espansione del progetto Cardano

Gli obiettivi di Cardano nell’immediato futuro

Il fondatore di Cardano Charles Hoskinson ha svelato che questa scelta aiuterà milioni di africani creando opportunità di crescita dell’economia continentale. I vantaggi comprenderanno la creazione di identità digitali che possono essere negli scambi commerciali.

Hoskinson ha stimato che questo nuovo mercato sarà valutato in circa 5 trilioni di dollari. Questo dato impone a Cardano di considerare l’opportunità di creare un mercato digitale in Africa una priorità assoluta.

Il continente africano non può essere considerato ancora povero

Alla luce di queste stime di crescita del CEO di Cardano non si può più pensare che l’Africa sia un continente povero, come ancora oggi lo rappresentano nella scena mondiale. Secondo Hoskinson, questa “povertà” del continente africano è stata generata dalla mancanza di un corretto utilizzo delle risorse che di fatto ha limitato le possibilità di crescita dell’Africa.

Con un sistema economico nuovo e più avanzato, in cui il digitale si lega all’economia reale, il sistema economico africano avrà la possibilità di prevenire decisioni sbagliate frenando anche l’errata gestione delle risorse economiche. Con Cardano la vera ricchezza in Africa sarà accessibile a tutti, poiché ci sarà più responsabilità.

L’esempio delle altre nazioni tra cui la Cina

Continuando l’analisi della situazione economica in Africa, secondo Hoskinson può essere considerata parallela a quella della Cina di alcuni decenni fa, quando la maggior parte degli operatori economici che operavano anche a Wall Street considerava la Cina un paese povero.

La Cina in quest’ultimo decennio ha incentivato misure atte a facilitare un utilizzo regolare della ricchezza. Grazie a queste decisioni l’economia nazionale è rinata e ha totalizzato una crescita costante che l’ha portata ad essere una delle più grandi economie mondiali.

Alla luce di queste decisioni e di questi risultati economici la Cina è sempre più decisa nel voler sviluppare una propria moneta digitale, anche se ad ora non si sa ancora in che termini. Una cosa possiamo affermarla senza essere smentiti che il Bitcoin Revolution è uno dei software per il trading automatico più affidabili in circolazione prima o poi includeranno nel loro portafoglio digitale anche lo yuan cinese e questa decisione sarà un grosso vantaggio per gli investitori e un’opportunità importante per l’economia cinese.

Inoltre siamo sicuri che lo sviluppo delle tecnologie digitali con il proliferare delle criptovalute consentirà all’Africa di avere lo stesso successo raggiunto dalla Cina in quest’ultimo decennio. Il risultato di tutto questo sviluppo potrebbe spostare gli equilibri mondiali futuri in favore di nazioni e continenti finora considerati “poveri”.

Photo by Eftakher Alam on Unsplash

Ascolta la WebRadio