Calcio: apertura al pubblico con limitazioni e non più di mille spettatori
Calcio: apertura al pubblico con limitazioni e non più di mille spettatori

Calcio: apertura al pubblico con limitazioni e non più di mille spettatori

Da oggi i tifosi possono tornare allo stadio ma non più di mille. Cosa dice il protocollo.

Apertura dei cancelli per i tifosi, ma con limitazioni. Nel corso dell’ultimo Consiglio federale, come da previsioni, è stata confermata l’apertura al pubblico come aveva già previsto il DPCM del 7 agosto. Da ieri, 1 settembre 2020, sarà quindi possibile tornare allo stadio, anche se in modalità molto ridotta e con alcune precauzioni. Vediamo da questo punto di vista cosa dice il protocollo:

lettera e) “a decorrere dal 1° settembre 2020 è consentita la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi di minore entità, che non superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso.

La presenza di pubblico è comunque consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, in casi eccezionali, per eventi sportivi che superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso, il Presidente della Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione preventiva del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento”.

Ascolta la WebRadio