Alloggi comunali; presentato il termine per la regolarizzazione

Prorogato al 30 giugno 2021 il termine di presentazione per la domanda di regolarizzazione degli alloggi comunali occupati impropriamente

Tramite il Decreto Dirigenziale n.35 del 31 marzo 2021 sono stati prorogati al 30 giugno 2021 i termini di presentazione delle istanze di regolarizzazione dell’occupazione di alloggi residenziali pubblici occupati finora senza titolo; tutti i nuclei familiari che ne fanno uso potranno presentare richiesta presso il Comune di Castellammare di Stabia

L’istanza nel dettaglio

Il Comune ha emanato un avviso in cui informava della riapertura dei termini di presentazione dell’istanza; al suo interno vi è presente anche la modulistica in cui ciascun richiedente deve inserire le caratteristiche della propria situazione in merito all’argomento, mentre la procedura si svolgerà tenendo conto dei requisiti secondo l’articolo 33 del Regolamento Regionale della Campania

Un’occasione per famiglie in difficoltà

Quando si viene a sapere di un’occupazione illecita di un immobile si pensa subito ad un reato, punibile sia con la reclusione che con una sanzione economica come ben esplicato dall’articolo 633 del codice penale; le occupazioni di cui sopra, però, riguardano persone e famiglie con una situazione economica difficoltosa, che molto spesso mancano di entrate fisse e adeguate a mantenere uno stile di vita quanto meno dignitoso. Lo stato ha così pensato di venire incontro a queste famiglie istituendo questo procedimento per coloro che ne hanno bisogno e che rispettano i requisiti richiesti

Potrebbe essere un modo di far sentire queste famiglie meno escluse dalla società, in quanto la presenza di un tetto sulla testa può costituire una buona base di partenza per riprogrammare la loro vita gettando le basi per un futuro più roseo

Alloggi comunali; presentato il termine per la regolarizzazione/Antonio Cascone/redazionecampania

Commenta

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Adriano Pistilli: “Fanghi di Ischia? In discarica in Romania e’ la miglior soluzione”

Sulla disgrazia che ha colpito Ischia l’unica certezza che abbiamo avuto fin dal primo momento è stata la necessità di smaltire i fanghi dell’alluvione...