37.5 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Giugno 27, 2022

4 chiacchiere con…Michele Pazienza

Da leggere

 Michele Pazienza parla ai microfoni di Vivicentro per l’ottava puntata di “4 chiacchiere”

Ospite della nuova puntata di 4 chiacchiere è l’ex giocatore del Napoli Michele Pazienza. Con il centrocampista parliamo di Napoli, della stagione in corso che vede gli azzurri in lotta su ogni fronte: “In linea generale parliamo di un Napoli sorprendete nella fase iniziale: hanno iniziato la stagione con un modulo diverso e molto probabilmente sono riusciti a sorprendere gli avversari. Poi andando più avanti ci sono state delle difficoltà a livello collettivo in quanto gli azzurri non riuscivano più ad avere quell’effetto sorpresa che li aveva contraddistinti all’inizio. Più passa tempo e più alla fine le squadre ti studiano, analizzano come bloccarti e come farti male. Negli azzurri evidentemente tutti hanno capito che se eviti di concedere loro la profondità li puoi fermare.”

Pazienza

 Il problema principale: la continuità

Azzurri partiti a razzo ma poi qualcosa è andato storto. Ma cosa? Con Pazienza proviamo a spiegarlo ma più che parlare di moduli secondo l’ex azzurro il vero problema è la testa: “I partenopei sono un’ottima squadra ma peccano di continuità. Il problema alla fine è mentale: la testa conta più delle gambe. Quando il giocatore inizia a essere sereno e libero mentalmente riesce a dare il 110%. Quando Gattuso dice che la sua squadra per ora pecca dal punto di vista mentale ha assolutamente ragione: se non riesci a dare continuità di risultati più che il modulo e le gambe conta la testa . Ci vuole tempo, anche se in Italia è una cosa che difficilmente si capisce”.

Tempo, come quello che è servito a Lozano per diventare oggi l’uomo in più per Gattuso: “Ci sono giocatori che, avendo caratteristiche diverse, riescono ad adattarsi velocemente. Altri  invece hanno un carattere diverso e potrebbero metterci un po’ di tempo. Un po’ come Lozano, ma questo è normale”.

Il fattore stadio

Un problema, che non bisogna sottovalutare, potrebbe essere il giocare a porte chiuse. Esperienza che Pazienza ha vissuto: “Mi è capitato una volta e ti posso assicurare che è un’altra storia: è un calcio assolutamente diverso. Questo però non deve essere un alibi essendo un problema di tutte le squadre. Si può senza dubbio dire che il Diego Armando Maradona pieno è diverso da tutti gli altri stadi, parlarne però come una delle probabili motivazioni per cui non si riesce a ottenere continuità non mi sembra il caso“.

Pazienza

L’assenza di Osimhen

Se da una parte manca il pubblico, al Napoli è mancato l’uomo forse più atteso della stagione: Victor Osimhen: “Osimhen mi ha sorpreso in positivo – ha detto in esclusiva Pazienza-  è stato un ottimo colpo per il Napoli. È un giocatore fondamentale per lo schieramento di Gattuso. Anche se bisogna dire che  quando lui è stato in campo ha vissuto la fase in cui il Napoli non riusciva a sorprendere . Giocando con il 4231 c’erano riferimenti precisi per gli avversari e si faceva fatica a trovare gli spazi ma il suo rientro sarà molto importante“.

 

Con il rientro sempre più vicino di Osimhen, per gli azzurri è tempo di concentrarsi sul campionato in cui bisogna raggiungere la qualificazione in Champions League: “Ha le qualità per posizionarsi tra le prime quattro. Non è semplice ma è doveroso provarci“.

La sfida contro la Fiorentina

Testa allora a domenica, alla sfida contro la Fiorentina. Una partita speciale per Pazienza che ha vestito entrambe le maglie: “Sono due squadre che hanno obiettivi diversi. La Fiorentina sembra in netta ripresa rispetto a quanto abbiamo visto nelle partite precedenti. Il Napoli invece deve dare una sterzata e  cercare una continuità di risultati che non deve derivare per forza giocando bene. A volte anche se trovi due-tre vittorie di fila senza giocare un calcio spettacolare  puoi avere quella fiducia per poi poter abbinare il risultato al bel gioco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy