Quantcast

Sud - cronaca

Terzigno, scoperto mercato nero di avifauna selvatica: intervengono Carabinieri e WWF

Blitz di Carabinieri e guardie zoofile del WWF in un’abitazione di Terzigno: scoperta vendita illegale di avifauna selvatica

Questa mattina è scattato un blitz del Comando Stazione Carabinieri del ”Parco Boscoreale”, congiuntamente alle Guardie Giurate Venatorie-Zoofile del WWF Italia, Nucleo di Napoli, in località Terzigno, presso un’abitazione privata.
Il controllo era finalizzato all’accertamento di reati in danno dell’ambiente e della fauna selvatica.
Tale verifica ha emesso di far emergere un vero e proprio commercio di avifauna selvatica, attraverso la cattura di fauna particolarmente protetta, con l’uso illegale di reti, trappole e gabbie- trappole (il cosiddetto “paratore e’ rezza”).
E’ stato possibile accertare il reato della detenzione illegale di avifauna particolarmente protetta.
Sono stati sequestrati numerosi esemplari di avifauna selvatica particolarmente protetta, tra cui: 11 Cardellini, 3 Frosoni, 1 Fanello, 1 Lucherino. Tutte queste specie di animali sono particolarmente protetti dalle normative e convenzioni nazionali ed internazionali.
La sola detenzione di questi esemplari di uccelli costituisce illecito penale, ma è evidente che la cattura di tali uccelli sia finalizzato al commercio illegale, si tenga conto che alcuni esemplari di cardellini hanno un valore usuale sul mercato che varia da 10 euro fino ad aumentare per le doti canore, fino ad arrivare a prezzi stratosferici pagati anche decine migliaia di euro.
Gli esemplari sono stati immediatamente trasportati, per le cure necessarie, al “CRAS presso il Frullone” di Napoli (ASL NAPOLI 1 CENTRO) per la successiva liberazione, previa riabilitazione motoria ed etologica. Il WWF coglie l’occasione per ringraziare vivamente l’Arma dei Carabinieri.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania